Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Le richieste dei pescatori, le divisioni dei pescatori

San Benedetto del Tronto | Incontro tra la marineria e Arturo Carpignoli, consigliere personale per la pesca del Ministro per le Politiche Agricole Gianni Alemanno.

di Giovanni Desideri

Per più di mezz'ora i problemi e le richieste dei pescatori di San Benedetto, Civitanova, Martinsicuro e Giulianova sono giunti alle orecchie del dott. Arturo Carpignoli (consigliere personale per la pesca e l'acquacoltura del Ministro per le Politiche Agricole Gianni Alemanno) e di Alfredo Smaltini, membro della Commissione Nazionale sulla Pesca. Poi sono prevalse divisioni e polemiche e l'incontro si è concluso con una specie di "invasione di campo": meno analisi e più decibel.

L'incontro si è svolto questa mattina, venerdì 28 novembre, presso la Casa del Pescatore, in viale Marinai d'Italia, alle 11, su iniziativa del consigliere regionale di Alleanza Nazionale Giuseppe Marucci e con la presenza del presidente del Consiglio Comunale di San Benedetto Giorgio De Vecchis, del presidente del Circolo I di Alleanza Nazionale Vincenzo Amato e del consigliere d'opposizione nel Consiglio Comunale di Grottammare Raffaele Rossi (AN).

Pietro Merlini, vice presidente dell'Organizzazione Produttori Sambenedettesi (Ops), ha illustrato il punto fondamentale alla base delle attuali richieste dei pescatori alle autorità: "non vogliamo operare fuori legge ed essere perseguiti per mare, per aria e per terra come fossimo trafficanti di droga, negrieri o contrabbandieri. L'attuale legge sulla pesca è vecchia, i tre limiti delle 6, 12 o 40 miglia entro cui pescare a seconda delle imbarcazioni vanno superati: chiediamo che si possa pescare in tutto l'Adriatico, o che quei limiti possano valere per tutte le coste".

"Diversamente, ha proseguito Merlini, continueremo ad essere multati, per sconfinamento o per via del pesce "sottomisura", che comporta sanzioni penali. Ma attualmente peschiamo nelle zone, nei periodi e con le reti che ci vengono imposti per legge, non possiamo ricevere la visita della Capitaneria di Porto, della Guardia di Finanza e dei Carabinieri non appena torniamo a terra. In più, gli slavi vorrebbero istituire delle Zee o Zone Economiche Esclusive, precluse completamente ai pescatori confinanti. Se passasse un tale provvedimento, e magari in tutto il Mediterraneo, l'Italia sarebbe accerchiata e la marineria scomparirebbe in dieci giorni".

Poi è emerso il problema della pesca a strascico o con reti americane e su questo punto l'assemblea si è infuocata: piccoli pescatori contro grandi, accuse dai pescatori sambenedettesi contro quelli anconetani, accusati di distruggere il fondale marino con una pesca praticata "con la forza", ovvero tramite barche con motori di più di 1500 cavalli di potenza, che appunto distruggerebbero il fondale. Ma i rappresentanti delle locali associazioni di pescatori (in particolare Umberto Cosignani, presidente della cooperativa "Progresso", una delle più rappresentative), sono stati aggrediti verbalmente con l'accusa di chiudere un occhio su questo stesso tipo di pesca che verrebbe praticato a San Benedetto da quattro o cinque imbarcazioni, alle quali, sempre secondo l'accusa, altri pescatori vorrebbero aggiungersi, a danno dei piccoli.

Infine l'intervento di Carpignoli, che ha puntato il dito sulle normative europee e sul commissario europeo alla pesca Fischler: "speriamo che se ne vada il prima possibile. Quanto a me, mi occupo di pesca per una personale passione, ha spiegato Carpignoli, e mi farò portavoce dei vostri problemi sia nelle sedi nazionali che in quelle europee per dare una risposta alle reali esigenze di un settore oggi in sofferenza, ma che è al centro dell'attenzione del Ministro e del sottosegretario alla pesca Paolo Scarpa".

28/11/2003





        
  



3+1=

Altri articoli di...

San Benedetto

12/10/2022
Studenti omaggiano il Milite Ignoto (segue)
10/06/2020
Samb: Serafino è il nuovo presidente! (segue)
27/01/2020
Istituto Professionale di Cupra Marittima: innovazione a tutto campo. (segue)
25/01/2020
Open Day a Cupra Marittima, al via il nuovo corso Web Community – Web Marketing (segue)
19/01/2020
GROTTAMMARE - ANCONITANA 1 - 3 (segue)
13/01/2020
SAN MARCO LORESE - GROTTAMMARE 1 - 0 (segue)
10/01/2020
UGL Medici:"Riteniamo che gli infermieri e i medici debbano essere retribuiti dalla ASUR5" (segue)
10/01/2020
Premiato il cortometraggio intitolato "Sogni di Rinascita- Sibillini nel cuore" (segue)

Politica

02/11/2022
Sisma 2016: approvati 15 mila contributi per 4.8 miliardi (segue)
28/10/2022
Zero Sprechi, al via un progetto per la lotta agli sprechi alimentari (segue)
27/10/2022
Il Comune pulisce i fossi Rio Petronilla e via Galilei (segue)
22/10/2022
Via libera alla variante al Piano Particolareggiato di Recupero del Centro Storico (segue)
22/10/2022
Porto San Giorgio torna a gareggiare al Palio dei Comuni (segue)
21/10/2022
Grandi e medi investimenti, chiesto il triplo delle agevolazioni disponibili (segue)
19/10/2022
Al via il progetto sulla sicurezza urbana e sulla legalità (segue)
13/10/2022
Festival dello sviluppo sostenibile (segue)

Economia e Lavoro

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
02/11/2022
Glocal 2022: dove i giovani diventano protagonisti del giornalismo (segue)
02/11/2022
Sisma 2016: approvati 15 mila contributi per 4.8 miliardi (segue)
28/10/2022
Zero Sprechi, al via un progetto per la lotta agli sprechi alimentari (segue)
27/10/2022
A Cartoceto, nelle ‘fosse dell’abbondanza’ per il rituale d’autunno della sfossatura (segue)
26/10/2022
Tribuna presso lo Stadio “Cino e Lillo del Duca” (segue)
24/10/2022
Premi di studio della Banca del Piceno a 59 giovani (segue)
24/10/2022
Clinica Villa dei Pini: arriva l’innovativa Risonanza magnetica (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji