Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Incentivi per il centro storico

Offida | Mutui agevolati a chi recupera immobili ed apertura della nuova strada per S.Maria della Rocca.

di Alberto Premici

L'Amministrazione Comunale comunica di aver approvato il bando per l'assegnazione di mutui agevolati da erogare a proprietari di immobili nel centro storico che intendono recuperarli attraverso opere di ristrutturazione o a titolari di attività artigianali o commerciali che intendano rinnovare gli arredi ed attrezzature.

I mutui agevolati saranno dell'importo massimo di 40.600 euro elevabile a 51.700 euro nel caso in cui l'operazione comprenda anche l'acquisto dell'immobile; per le attività commerciali l'importo massimo finanziabile non potrà superare 16.500,00 euro. Il tasso d'interesse applicato ai richiedenti risulterà del 2% ed il totale dei finanziamenti previsto di 1.000.000 di euro.

Il bando verrà pubblicato a breve e gli interessati avranno 90 giorni di tempo per le istanze e successivamente avviare l'iter al fine dell'ottenimento del prestito.

Tale iniziativa, di indubbia utilità sia per l'utente che a beneficio del lento ma costante recupero del centro storico offidano, segue le altre simili già avviate in passato dall'Amministrazione Comunale a sostegno del recupero edilizio-abitativo.

Nel medesimo comunicato si apprende che è di prossima apertura la nuova strada che collegherà la zona di S.Maria della Rocca, by pass importante che dovrebbe decongestionare il traffico su Via Roma e Piazza Baroncelli soprattutto nel periodo estivo. La nuova bretella ha però caratteristiche tali, quali pendenza e larghezza della carreggiata, da risultare di difficile percorrenza soprattutto per i molti pulmann di turisti che intendono raggiungere l'importante tempio romanico-gotico.

La strada coincide pressochè con l'antica Porta di San Giovanni, ormai distrutta, riportata nella mappa del Fabiani e di cui si ha traccia su molti scritti; sarebbe auspicabile quindi che il nuovo percorso venisse intitolato proprio come l'antico accesso alla città, in perfetta coerenza con la toponomastica offidana.

02/07/2003





        
  



4+3=

Altri articoli di...

Ascoli Piceno

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
15/11/2022
800.000 euro per le scuole (segue)
14/11/2022
Tre milioni di persone soffrono di disturbi dell’alimentazione e della nutrizione (segue)
31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
28/10/2022
Zero Sprechi, al via un progetto per la lotta agli sprechi alimentari (segue)
26/10/2022
Il recupero della memoria collettiva (segue)
26/10/2022
Giostra della Quintana di Ascoli Piceno (segue)
26/10/2022
Tribuna presso lo Stadio “Cino e Lillo del Duca” (segue)

Politica

02/11/2022
Sisma 2016: approvati 15 mila contributi per 4.8 miliardi (segue)
28/10/2022
Zero Sprechi, al via un progetto per la lotta agli sprechi alimentari (segue)
27/10/2022
Il Comune pulisce i fossi Rio Petronilla e via Galilei (segue)
22/10/2022
Via libera alla variante al Piano Particolareggiato di Recupero del Centro Storico (segue)
22/10/2022
Porto San Giorgio torna a gareggiare al Palio dei Comuni (segue)
21/10/2022
Grandi e medi investimenti, chiesto il triplo delle agevolazioni disponibili (segue)
19/10/2022
Al via il progetto sulla sicurezza urbana e sulla legalità (segue)
13/10/2022
Festival dello sviluppo sostenibile (segue)

Cronaca e Attualità

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
15/11/2022
800.000 euro per le scuole (segue)
14/11/2022
Terremoto: subito prevenzione civile e transizione digitale (segue)
14/11/2022
Tre milioni di persone soffrono di disturbi dell’alimentazione e della nutrizione (segue)
14/11/2022
Il presidente di Bros Manifatture riceve il premio alla carriera "Hall of Fame/Founders Award" (segue)
31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
27/10/2022
A Cartoceto, nelle ‘fosse dell’abbondanza’ per il rituale d’autunno della sfossatura (segue)
27/10/2022
Il Comune pulisce i fossi Rio Petronilla e via Galilei (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji