Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Sei Nazioni: una splendida Italia respinge la Scozia

| Cucchiaio di legno evitato da una squadra compatta e determinata

di Alberto Premici

ROMA - L'Italia ha battuto la Scozia per 20-14 nella partita della terza giornata del prestigioso torneo del Sei Nazioni 2004 di rugby.

Si allontana quindi la beffa del 'cucchiaio di legno' assegnato simbolicamente alla squadra che non ottiene alcuna vittoria. L'Italia ha realizzato 15 punti su calci piazzati ed una rocambolesca meta di Ongaro proprio in avvio di ripresa. La Scozia ha realizzato 9 punti su calci ed una meta all'ultimo minuto di Webster.

Lo stadio Flaminio era stracolmo e l'incontro ha avuto uno splendido prologo con la discesa dei paracadutisti della Folgore e gli inni eseguiti dalla Banda dell'esercito e dalla formazione scozzese St Columba's Kilmacolm school pipe band, rigorosamente con cornamuse e kilt. Presente anche il vice premier Fini e molte altre autorità.

Con quella di oggi salgono a tre le le partite vinte dalla nazionale italiana in 5 anni di partecipazione al Sei Nazioni. Anche l'impertubabile John Kirwan, allenatore della nostra formazione, ha espresso la propria soddisfazione dopo aver dichiarato prima dell'incontro: 'Voglio una squadra tenace che osi fino in fondo: e' questa la ricetta per battere la Scozia. Dobbiamo vincere per proseguire quel processo di crescita che un giorno dovra' portare l'Italia al successo nel Sei Nazioni, con o senza di me'. E la squadra ha risposto a dovere.

06/03/2004





        
  



2+4=

Altri articoli di...

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji