Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Concerto di quattro ore, ieri sera, per la VI edizione di "Pigro"

| TERAMO - Il Teatro Comunale gremito all'inverosimile. Una lunga festa della musica per ricordare Ivan Graziani.

E' stata una festa della musica applaudita da tutte le generazioni la seconda serata di "Pigro – omaggio a Ivan Graziani", la manifestazione organizzata per il VI anno consecutivo a Teramo, città natale dell'indimenticato cantautore.

Quasi quattro ore di concerto, ieri sera, in un Teatro Comunale gremito all'inverosimile, con il pubblico a occupare ogni ordine di posti in platea e galleria, con Morgan e Le Vibrazioni a chiudere i due tempi accompagnati da fan in delirio in attesa del bis.

Sul palco, per questa edizione di "Pigro" – che secondo giornalisti e critici musicali presenti consacra Teramo come una delle isole felici della musica italiana, insieme a Sanremo per il "Premio Tenco" e a Recanati – sono saliti Alexian-Santino Spinelli, con un recital di canti e ritmi della tradizione rom; il figlio di Ivan, Filippo Graziani, insieme al suo gruppo The Revox; Antonio Ramberti, artista montefeltrino con la melodia di "Lugano Addio" come tributo a Ivan; Ennio Rega, pianista e compositore salernitano che dell'artista teramano ha riproposto "L'ubriaco". 

Accanto all'elegante conduzione di Gianni De Berardinis è intervenuto a deliziare il pubblico, con le sue inconfondibili parodie di celebri canzoni italiane, Stefano Nosei, mentre il chitarrista argentino Guillermo Terraza ha proposto, negli intermezzi, i classici di Ivan.        

La manifestazione è stata organizzata con il contributo di Comune e Provincia di Teramo, e della Banca Popolare dell'Adriatico, con i partner Radio Delta 1 e il portale Musicaitaliana.com e la cantina Zaccagnini di Bolognano (Pescara) che ha donato 500 bottiglie – vendute con incasso in beneficenza a Emergency – con l'ormai tradizionale etichetta recante "un fiore per Ivan" firmata quest'anno dal pittore abruzzese Giuseppe Fiducia.

Si sono esibiti nell'ordine

-         1° tempo: Guillermo Terraza, Ennio Rega, Antonio Ramberti, Morgan;

-         2° tempo: dopo la premiazione delle vetrine beat, Alexian e la danzatrice Arduina, intervento di Dario Salvatori (giornalista e critico musicale), Filippo Graziani, Le Vibrazioni.

22/11/2003





        
  



3+1=

Altri articoli di...

Cultura e Spettacolo

31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
27/10/2022
TEDxFermo sorprende a FermHamente (segue)
27/10/2022
53 anni di Macerata Jazz (segue)
26/10/2022
Il recupero della memoria collettiva (segue)
26/10/2022
Giostra della Quintana di Ascoli Piceno (segue)
23/10/2022
A RisorgiMarche il Premio "Cultura in Verde" (segue)
22/10/2022
Porto San Giorgio torna a gareggiare al Palio dei Comuni (segue)
20/10/2022
La Nuova Barberia Carloni apre un tris di spettacoli (segue)

Cronaca e Attualità

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
15/11/2022
800.000 euro per le scuole (segue)
14/11/2022
Terremoto: subito prevenzione civile e transizione digitale (segue)
14/11/2022
Tre milioni di persone soffrono di disturbi dell’alimentazione e della nutrizione (segue)
14/11/2022
Il presidente di Bros Manifatture riceve il premio alla carriera "Hall of Fame/Founders Award" (segue)
31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
27/10/2022
A Cartoceto, nelle ‘fosse dell’abbondanza’ per il rituale d’autunno della sfossatura (segue)
27/10/2022
Il Comune pulisce i fossi Rio Petronilla e via Galilei (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji