Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Al via il secondo appuntamento formativo per gli animatori di comunità

Ascoli Piceno | Questo secondo appuntamento riguarderà l’ambito delle associazioni culturali e artistiche, con l’obiettivo di creare e consolidare competenze relazionali.

di Redazione

Il 5 ottobre 2022 e venerdì 7 ottobre, presso il Centro di Educazione Ambientale Aula Verde “Gino Vallesi” di Castel Trosino ad Ascoli, prenderà il via il secondo dei cinque

corsi di formazione per animatori e animatrici di comunità appartenenti a enti del terzo settore dell’area del cratere sismico. 


A seguito degli ottimi risultati del primo appuntamento formativo, che ha visto l’entusiasta partecipazione di 11 giovani, il secondo step riguarderà l’ambito delle associazioni culturali e artistiche.


In questa occasione saranno 10 i giovani animatori e animatrici che avranno l’opportunità di beneficiare di questo corso per acquisire e consolidare le competenze necessarie per favorire relazioni costruttive all’interno del territorio di appartenenza.  


L’iniziativa, “Animiamo il futuro”, ideata e realizzata dall’associazione Cose di Questo Mondo APS, costituisce un’azione pilota del progetto “VIRIDEE – VIsioni Resilienza IDEE”, finanziato dalla Regione Marche con risorse statali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.


La finalità è quella di sperimentare come l’arte e la cultura possano divenire anche strumenti di coesione sociale.


07/10/2022





        
  



3+4=

Altri articoli di...

Cultura e Spettacolo

31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
27/10/2022
TEDxFermo sorprende a FermHamente (segue)
27/10/2022
53 anni di Macerata Jazz (segue)
26/10/2022
Il recupero della memoria collettiva (segue)
26/10/2022
Giostra della Quintana di Ascoli Piceno (segue)
23/10/2022
A RisorgiMarche il Premio "Cultura in Verde" (segue)
22/10/2022
Porto San Giorgio torna a gareggiare al Palio dei Comuni (segue)
20/10/2022
La Nuova Barberia Carloni apre un tris di spettacoli (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji