Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Settimo appuntamento: Come costruire un buon partenariato

San Benedetto del Tronto | OTTO CONSIGLI PER UN BUON PROGETTO EUROPEO Rubrica settimanale dell'europrogettista, per non arrivare digiuni al Mini Master Europrogettazione di SMARTEAM

di Alessandra Marcozzi

Innanzitutto occorre definire cos’è un partenariato. I programmi gestititi dalla Commissione europea (programmi tematici o fondi a gestione diretta), come ad esempio Horizon 2020, Erasmus+, Europa Creativa, Life, ecc. prevedono, nella maggior parte dei casi, che il progetto venga presentato da un gruppo di soggetti (imprese, enti pubblici, università, enti non profit, ecc.) provenienti da paesi diversi. L’insieme di queste organizzazioni prende il nome di partenariato o in inglese partnership o consortium.

In realtà anche nel caso di progetti finanziati con fondi regionali o a gestione indiretta, sempre più spesso, il bando può richiedere la presentazione del progetto in partenariato. Nel caso il partenariato sia composto da imprese, il bando può prevedere che queste si costituiscano in reti d’impresa o in ATI (Associazione Temporanea d’Impresa). È ovvio che nel caso di bandi regionali le organizzazioni non devono appartenere a paesi diversi, ma devono avere sede nella stessa regione che ha emanato il bando.

Appare chiaro come in entrambi i casi sia fondamentale scegliere con i giusti criteri i soggetti che faranno parte del partenariato.

Soprattutto quando ci si relaziona con partner stranieri (programmi tematici) occorre richiedere all’organizzazione che vogliamo includere nel partenariato, una serie di informazioni minime, ossia: la descrizione dell’organizzazione stessa, le aree di competenza specifica in relazione al progetto, il CV/descrizione (competenze ed esperienze) delle risorse chiave impegnate nel progetto, le esperienze progettuali pregresse in tematiche attinenti al progetto, l’elenco dei progetti ai quali l’organizzazione ha partecipato.

Nello scegliere i partner del progetto è essenziale fare attenzione a che essi abbiano le competenze e l’esperienza necessaria per realizzare le attività previste dal progetto; che i ruoli fra i partner siano complementari per la realizzazione delle attività progettuali (ossia non ci sia sovrapposizioni di competenze, tranne che esse siano adeguatamente giustificate); che il partenariato sia bilanciato geograficamente (non includere solo organizzazioni che hanno sede in paesi di un’area delimitata dell’Unione europea, tranne che se richiesto dal bando) ed economicamente (la distribuzione delle attività e quindi del budget deve essere equa tra tutti i partner).

I partenariati prevedono un coordinatore o lead partner? E quale ruolo e responsabilità ha nei confronti dei partner? Come viene regolato il rapporto con la Commissione europea? Dove è possibile cercare i partner per il nostro progetto? Esistono delle piattaforme dedicate?

Le risposte a queste domande saranno approfondite, con esempi pratici, fonti di informazione e sitografie, nel Mini Master Europrogettazione che SMARTEAM ha organizzato in collaborazione con FIDEAS, dal 24 al 27 gennaio 2017, nella propria sede di San Benedetto del Tronto, Via Pasubio, 77.

Per informazioni sul Mini Master Europrogettazione ed iscrizioni:

http://www.smarteam.net/mini-master-europrogettazione/

Nell’augurarvi serene feste, cogliamo l’occasione per segnalarvi che è previsto uno sconto del 20% sul Mini Master e sugli altri corsi SMARTEAM per iscrizioni fino al 6 gennaio 2017.

25/12/2016





        
  



4+2=

Altri articoli di...

Economia e Lavoro

15/01/2018
Giovedì Smart 18 gennaio 2018: opportunità di finanziamento attive a livello regionale e nazionale (segue)
29/12/2017
L'EX ARENA DI GROTTAMMARE SARÀ LA NUOVA "MULINI & PASTIFICI 1875" (segue)
21/12/2017
Indagine sulle imprese marchigiane in tema di innovazione, credito, internalizzazione, sisma (segue)
19/12/2017
Il Comune cerca un revisore contabile per lo SPRAR (segue)
15/12/2017
Comune di Colledara e Arci Teramo presentano Wake Up Camp (segue)
12/12/2017
Un grottammarese tra i giovani qualificati per la cultura d'impresa (segue)
23/11/2017
Caso Piscina, sara una tripla commissione a deciderne il futuro (segue)
13/11/2017
Ventunomila euro per efficientamento e manutenzione delle centrali termiche degli edifici scolasti (segue)

San Benedetto

19/01/2018
Contrasto al commercio abusivo di prodotti ittici. (segue)
18/01/2018
La DOMOTICA con KNX: un'eccellenza per l'IPSIA "A. Guastaferro" (segue)
16/01/2018
Feralpisalò-Samb: iniziata vendita sul circuito BookingShow. (segue)
16/01/2018
Feralpisalò-Samb: arbitrerà Ivan Robilotta di Sala Consilina. (segue)
16/01/2018
L'italiano è la quarta lingua più studiata al mondo (segue)
15/01/2018
Giovedì Smart 18 gennaio 2018: opportunità di finanziamento attive a livello regionale e nazionale (segue)
15/01/2018
Orgoglio civico sulla sanità (segue)
14/01/2018
GROTTAMMARE - MARINA 0 -0 (segue)

Le strade musicali dell'Ebraismo nel compendio cinematografico di David Krakauer

David Krakauer "The Big Picture"

Paolo De Bernardin

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji


Io e Caino