Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

In Egitto tutti liberi

San Benedetto del Tronto | Il mondo che cambia e i nuovi ribelli: intervista a Mina.

di Martina Oddi

In medio oriente si consuma quello che resta della contrapposizione tra le potenze mondiali, ognuna schierata dietro gli interessi di parte. Lo scenario di guerra tiene con il fiato sospeso il mondo mentre gli uomini continuano a morire sul campo, dove la guerra c'e' gia' e le esecuzioni sono quotidiane, immortalate dalle immagini agghiaccianti dei video diffusi in rete.

Mentre i grandi della Terra decidono se Assad e i suoi misfatti valgano la pena di un conflitto che metterebbe in ginocchio il Pianeta, forse ignari di soluzioni alternative per mettere ko il dittatore senza vessare ancora il popolo, in Egitto i Fratelli Mussulmani sono alla deriva e il regime militare che ha messo alla berlina il loro leader Morsi ha dichiarato incostituzionali i partiti di origine teocratica. Un evento storico, da celebrare degnamente se non fosse per la natura ambigua dei nuovi venuti. E il mondo si chiede: siamo di fonte a una svolta, o si e'solo aperto un nuovo baratro che ingoierà tutto il Middle East?

Mina ha solo trent`anni, e la guerra fredda nemmeno se la ricorda. Con gli occhi di chi si nutre di sogni guarda al suo paese, giunto a un punto di svolta.

1. Che cosa e' successo nella tua terra negli ultimi giorni, dopo gli scontri di piazza, ora che le telecamere dei media sono puntati sulla Siria?
"La verità è che l'esercito egiziano e la polizia sono contro un gruppo di terroristi ed estremisti conosciuti come "Fratellanza islamica" che non sono fratelli e neanche musulmani. Sono stati creati dalla CIA in USA nel 1920, hanno sempre usato armi e violenze nella loro azione contro i politici e i turisti i cristiani, nel passato. Sono stati sempre considerati come un gruppo ostile di terroristi supportata da Al Qaeda e da Hamas (un gruppo terroristico palestinese armato) per attaccare le terre egiziane in Sinai del Nord".

2. Quale è l' umore generale nei confronti dei Fratelli Mussulmani?
Il moderati egiziani musulmani e cristiani sono contro quei terroristi e i loro obiettivi specialmente dopo il loro comportamento ostile contro i civili: hanno distrutto strade, fabbriche, Chiese, uccidendo i membri della polizia e dell'esercito e bruciando gran parte del tesoro egiziano. 

3. La gente della strada e' consapevole del cambiamento? Chi sono i sostenitori di Morsi e che cosa vogliono?
Non riesco a capire la reazione dei governi americani ed europei se non l'essere totalmente ingiusti schierandosi dalla parte sbagliata con questi terroristi, ovvero stanno con i loro simili. Negli anni hanno fatto credere che loro sono contro il terrore!!! Adesso è tutto chiaro. Da dove viene il terrore? Viene dal fabbricatore d'armi, il signori delle guerre che lavorano solo per i loro interessi. La storia del guerre inventate nel passato ne è testimone. Lasciate da parte l'petrolio. Maledetta primavera araba, come l'avete chiamata: che fine hanno fatto l'Iraq, la Libia, la Tunisia? La stessa cosa che state provando a fare anche in Siria da due anni. Quanti civili sono morti (donne, bambini, anziani), quanti sono quelli rifugiati e dispersi ... Maledetti! Maledetti! Maledetti! Con questa cattiveria disumana siete riusciti inventare un'altra guerra: voluta fortemente con questa ultima scusa di armi chimiche, fatte e usate da voi stessi con il vostri mercenari nel medio oriente, per far si che cadesse la Siria dopo la caduta del Iraq in precedenza. Altri bombardamenti altri disastri umani, Una fotocopia di quello che e ‘successo in Iraq ... poi dopo viene fuori che la Siria non le aveva arme chimiche.

5. Tu che cosa speri per il tuo paese? I militari cosa ti sembrano disposti a fare per l'uscita dalla crisi politica?
Dopo questa guerra ci sarà un'altra contro l'Egitto per realizzare il sogno di David Ben Gurion, il fondatore di Israele (la grandezza di Israele non è il possesso della bomba atomica o il suo grande esercito, ma risiede nella caduta di tre grandi eserciti in zona, nemici di sempre: quello di Iraq (ormai decaduto) Siria (sta per cadere) e l'Egitto. Il vostro piano che state escogitando da quaranta anni per far cadere il grande Egitto è fallito, dovete ricordare che la terra dei faraoni è sempre stata la tomba dell'invasore. Dio protegga l'Egitto!
Alla domanda Resterai o partirai per non tornare? Mina non risponde.

L'Egitto e' stato considerato dal dopo guerra a oggi l'ago della bilancia degli equilibri presenti e futuri del Medio Oriente. Una terra che si sveglia dopo lunghi anni di sottomissione alle strategie dominanti sugli scacchieri internazionali e dove le grandi potenze hanno preferito insediare dittatori piuttosto che favorire lo sviluppo.

Oggi il paese deve scegliere il suo destino, oggi che l'era dei tiranni armati dall'Occidente per sedare le polveriere beneficiando degli interessi del petrolio sembra giunta alla inevitabile fine.

 

 

 

14/09/2013





        
  



2+3=

Altri articoli di...

Politica

13/08/2019
"Concorso regionale per medici di pronto soccorso eseguito ma tardano le chiamate di assunzione" (segue)
09/08/2019
Pellei sull'Affido Familiare "Pretestuoso, strumentale e vergognoso". (segue)
31/07/2019
Orgoglio civico"Sanità alle prossime elezioni regionali del 2020-fermatevi se potete!!" (segue)
08/07/2019
Il Comune era presente, con il suo Ufficio Politiche Comunitarie, a Zara (segue)
30/06/2019
Orgoglio civico:"Quale futuro per la Pediatria del Madonna del Soccorso?" (segue)
26/06/2019
Firmato un protocollo con la città polacca di Nysa (segue)
14/06/2019
Lettera del Sindaco Pasqualino Piunti a Trenitalia (segue)
11/06/2019
Il Consiglio comunale si riunisce il 15 giugno (segue)

San Benedetto

19/09/2019
Fermana-Samb: al via la prevendita dei 700 tagliandi messi a disposizione. (segue)
18/09/2019
Samb-Modena in programma mercoledì 25 Settembre alle ore 18.30: al via la prevendita dei tagliandi (segue)
18/09/2019
Fermana-Samb:arbitrerà Luigi Carella di Bari (segue)
17/09/2019
SASSOFERRRATO GENGA - GROTTAMMARE 0 - 0 (segue)
16/09/2019
Primo giorno di scuola all'Asilo Merlini (segue)
16/09/2019
Progetto Ecoriviera del Rotary Club di San Benedetto (segue)
16/09/2019
PROGETTO CREW, analizzati rischi e opportunità di un contratto di area umida per la Sentina (segue)
16/09/2019
Tutto pronto per la quarta edizione del Premio internazionale La Palma d'oro. (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji