Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

La Giunta regionale nomina i presidenti degli Ersu

Ancona | Spacca: “Atto dovuto, forte il disagio per una riforma mancata”

Gian Mario Spacca

"Atto dovuto. Resta forte il disagio per una riforma mancata". Commenta con queste parole, il governatore Gian Mario Spacca, la nomina odierna dei presidenti dei quattro Ersu (Enti regionali per il diritto allo studio) che la Giunta regionale ha effettuato questa mattina e trasmessa alle Università per il relativo parere. L'esecutivo ha ricostituito anche i Consigli di amministrazione degli Enti. Marco Amagliani è il presidente dell'Ersu di Ancona, Luciano Ramadori di Camerino, Maurizio Natali di Macerata, mentre l'Ersu di Urbino sarà diretto da Giancarlo Sacchi.

"Sono ‘atti dovuti' per il rispetto della legge - ribadisce Spacca - in quanto i gruppi consiliari, ai quali in maggioranza è stata lasciata l'autonomia decisionale sul riordino degli Enti, non hanno proceduto all'approvazione delle due proposte di riforma avanzate dalla Giunta regionale per il riordino dell'assetto organizzativo e il contenimento della spesa di questi enti (proposte di legge n. 27 del 21 luglio 2010 e n.145 del 24 ottobre 2011).

La mancata approvazione, da parte dei gruppi consiliari dell'Assemblea legislativa, di tali proposte di riordino ha imposto alla Giunta regionale il rispetto della legge vigente e non modificata, ovvero la ricostituzione dei Cda Ersu e la nomina dei relativi presidenti entro i termini previsti dalla normativa (15 maggio 2012). La Giunta regionale si augura che, a differenza degli Ersu, la proposta di riordino degli Erap sia approvata dai gruppi consiliari nella seduta di martedì prossimo dell'Assemblea legislativa".

14/05/2012





        
  



1+3=

Altri articoli di...

San Benedetto

01/03/2015
La Samb risorge al Riviera. Vince il Fano e vola a - 6 dalla Maceratese. Colpo della Fermana (segue)
01/03/2015
Con un sonoro 4-0, i rossoblu tornano al successo battendo la malcapitata Jesina (segue)
28/02/2015
In scioltezza il Molo supera la Cossinea 3-0 (segue)
27/02/2015
Monteprandone - Tracce di storia e di gusto, quattro incontri nel Caffè del Borgo (segue)
27/02/2015
Le cassette di pesce biodegradabili premiate alla fiera “Bioenergy” (segue)
27/02/2015
Continuano gli scambi culturali tra la città di Ekaterinburg e San Benedetto del Tronto (segue)
27/02/2015
Serata di beneficenza in favore dell’ASMO al Teatro delle Energie di Grottammare (segue)
27/02/2015
Tornano i soggiorni montani e termali per la terza e quarta età (segue)

Ascoli Piceno

28/02/2015
Lanni è una saracinesca e Perez si prende i tre punti a Pisa. (segue)
27/02/2015
La Provincia torna a sollecitare la Regione (segue)
27/02/2015
I programmi 2015 della Confcommercio da 70 anni la voce delle imprese del Piceno (segue)
25/02/2015
Qualità Ospitalità Italiana: attestati alle strutture picene (segue)
24/02/2015
Le chitarre di Nicola e Daniele Cordisco per gli appuntamenti musicali di Villa Cicchi (segue)
24/02/2015
Sequestrata area di 8.000 metri quadrati adibita a deposito incontrollato di rifiuti speciali (segue)
23/02/2015
La dirigente della Provincia dott.ssa Menicozzi va in pensione (segue)
23/02/2015
Grande partecipazione all'incontro promosso da Provincia e Coni (segue)

Cronaca e Attualità

27/02/2015
Serata di beneficenza in favore dell’ASMO al Teatro delle Energie di Grottammare (segue)
27/02/2015
Tornano i soggiorni montani e termali per la terza e quarta età (segue)
25/02/2015
INFO POINT “PESCATURISMOsbt” (segue)
25/02/2015
Verde urbano, la manutenzione prosegue in pineta (segue)
24/02/2015
Fenomeno dei furti lungo la costa sambenedettese (segue)
24/02/2015
Sequestrata area di 8.000 metri quadrati adibita a deposito incontrollato di rifiuti speciali (segue)
24/02/2015
Sociale: “Anziani Cre-Attivi” in partenza (segue)
23/02/2015
Cesare Cecconi, per tutti Cecé, è tornato alla casa del Padre (segue)

Castelbellino night jazz

Una serata con il grande jazz

Andrea Carnevali

Quando la pesca è' bio

Progetto ricerca materiali materiali per imballaggio ecosostenibili
La scelta green si diffonde in Italia. Mentre la città prova a stare al passo, pur senza sciogliere il nodo della autonomia energetica.

Martina Oddi


Io e Caino