Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Sentina: no all' emendamento presentato da Perazzoli

San Benedetto del Tronto | Il Movimento 5 Stelle e le Associazioni ambientaliste si chiedono cosa ci sia sotto

di Adalessandra Scarpantoni

conf sentina



Non è stata digerita di buon grado la modifica alla Legge
sul Riordino degli Enti di Gestione dei Parchi Naturali e aree protette
approvata in Consiglio Regionale lo scorso 7 maggio e presentata dal
consigliere regionale Paolo Perazzoli. L' emendamento aggiunto da Perazzoli
recita così: "Gli atti istitutivi delle riserve naturali non possono prevedere la
costituzione di ulteriori organi, ad eccezione di organismi esclusivamente
consultivi a supporto dell'attività dei soggetti preposti alla gestione".

 Questo
significa, in pratica, che viene tolto ogni potere deliberativo al Comitato d'
Indirizzo della Sentina relegando a quest' ultimo un mero potere consultivo. La
questione ha sollevato dissapori e sconcerto all' interno del Movimento 5
Stelle
e delle Associazioni ambientaliste. "Dopo la megavariante, il deposito
di stoccaggio del gas e la centrale di biogas, questo è per noi l' ennesimo
attacco al territorio" ha commentato Maria Rosa Ferritto, capogruppo Movimento
5 Stelle. Poi la Ferritto ha aggiunto: "la Sentina è l' ultimo polmone verde
che rimane a San Benedetto ... dobbiamo proteggerlo mentre si sta facendo l'
esatto contrario".

 Queste le azioni che l' Associazione vuole
intraprendere  per tentare di  sostenere la Riserva: portare l' argomento al
prossimo Consiglio Comunale e fare appello a tutte le Associazioni
ambientaliste del territorio. Fatto sta che si è molto riflettuto e discusso
circa la solerzia con cui Perazzoli è voluto intervenire sul caso Sentina
mentre per quel che riguarda la centrale di stoccaggio non ha mosso un dito.


Così Peppe Giorgini (Movimento 5 Stelle) si chiede cosa ci sia sotto e prova a
darsi delle risposte: forse il biogas? Ma, a quanto pare, il Presidente Ciip ha
smentito. Allora forse la cementificazione della Sentina? Probabile ... E
aggiunge: "i cittadini hanno diritto di sapere! Tutto è stato fatto di forza e
sotto silenzio". Quello che, invece, ha voluto sottolineare Alfredo Vitali,
Presidente di Ambiente e Salute nel Piceno, è che il Piano della Riserva è
stato accolto ma non è ancora attivo quindi tutto è potenzialmente possibile".


Alla conferenza era presente un altro rappresentante di Ambiente e salute nel
Piceno: Massimo Bartolozzi. Anche Bartolozzi è fortemente pervaso dal dubbio
che si voglia diminuire la tutela delle zone protette presenti nella nostra
Regione per fini e scopi speculativi. "Per quanto riguarda la Sentina- ha
detto- essa è nata per ospitare le specie migratorie che rappresentano una
grande ricchezza faunistica non conciliabile con le attività umane". Forti
perplessità sull' argomento sono state mostrate anche da Sisto Bruni,
Presidente di Legambiente San Benedetto del Tronto, il quale ha affermato: "sebbene
facciamo parte della direzione della Riserva non vedo altra strada che quella
dell' autosospensione".

13/05/2012





        
  



5+3=

Altri articoli di...

San Benedetto

29/07/2016
Il centro IAT di San Benedetto ritorna alla “Vela” (segue)
29/07/2016
AperiStreet il 2 Agosto sbarca a San Benedetto del Tronto (segue)
29/07/2016
San Benedetto tra le 500 meraviglie del Mediterraneo di Lonely Planet (segue)
29/07/2016
18° Palio del Pattìno, sei gli equipaggi al via. (segue)
28/07/2016
Dalla Svizzera da 50 anni in vacanza a San Benedetto (segue)
28/07/2016
"Il Principio del Male" di Stefano Tura a "Incontri con l'Autore" (segue)
27/07/2016
Jazz and Gourmet: in concerto il Giacinto Cistola Trio (segue)
27/07/2016
Un’ordinanza per affrontare l’emergenza rifiuti al Porto (segue)

Politica

27/07/2016
Capriotti: “Cosa vuole fare l'Amministrazione per eliminare o attenuare il degrado della Città?" (segue)
26/07/2016
Olivieri e Ballatore: "Politiche del Mare e per il Porto, efficaci e concertate" (segue)
22/07/2016
Direttiva Bolkestein, Urbinati: "È arrivata l’ora di dare un futuro certo ai concessionari" (segue)
22/07/2016
Di Francesco: "Ricorso al Tar, atto dovuto per riportare giusta rappresentatività in Consiglio" (segue)
21/07/2016
Tirata a lustro la spiaggia nord di Alba Adriatica (segue)
21/07/2016
Agricoltura: lettera aperta dell'assessore regionale Pepe sull'utilizzo dei prodotti agroalimentari (segue)
21/07/2016
Orgoglio Civico: "Subito Consiglio Comunale aperto per sostenere le ragioni di un Ospedale Costiero" (segue)
19/07/2016
“A cosa possiamo attribuire la sconfitta del Pd al secondo turno rispetto al voto delle Primarie?" (segue)

Castelbellino night jazz

Una serata con il grande jazz

Andrea Carnevali

IL VALORE DELLA FIABA POPOLARE

I bambini son più convinti degli adulti dell'importanza delle fiabe popolari. Essere adulti,infatti,significa spesso,essere adulterati da spiegazioni razionali e sottovalutare gli aspetti infantili che si ritrovano nelle fiabe.

Antonio De Signoribus


Io e Caino