Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Le figure sulle monete, chi di voi le conosce?

San Benedetto del Tronto | Avete mai osservato le monete che avete in tasca? Sapreste dirmi le immagini che vi sono rappresentate?

di Samuela Conti

 Capire l'origine e il significato di alcune figure impresse sulle monete è dare un senso alla cultura che anima il paese, per questo è necessario soffermarsi sull'argomento.

Comprendere e osservare dovrebbe essere una dote innata in ogni individuo, ma la frenesia e la scarsa attenzione che animano le nostre vite impazienti ci impedisce di analizzare la parte e il tutto. Problematiche a parte, conoscere il valore culturale delle monete è istruttivo.

Ogni stato ha la possibilità di ideare una moneta commemorativa all'anno con la garanzia che ci siano 12 stelle e l'identificazione dello stato che l'ha creata! La Grecia per prima volle ricordare le Olimpiadi di Atene del 2004 raffigurando il discobolo su una moneta. Le figure delle monete sono:


1 centesimo: Castel del Monte costruito dall'imperatore Federico II in Puglia (patrimonio UNESCO dal 1996);


2 centesimi: la Mole Antonelliana simbolo della città di Torino per molti anni valutata una delle strutture più alte d'Europa;


5 centesimi: il Colosseo di Roma. Famoso anfiteatro romano della Roma Antica;


10 centesimi: Nascita di Venere di Botticelli come celebrazione degli ideali di bellezza


20 centesimi: forme uniche della continuità nello spazio di Umberto Boccioni. E' una scultura futurista che esprime simbolicamente movimento e fluidità;


50 centesimi: statua equestre di Marco Aurelio come simbolo di potere e grandezza;


1 euro: L'uomo vitruviano di Leonardo Da Vinci, come esaltazione delle proporzioni perfette del corpo umano;


2 euro: ritratto di Dante Alighieri creato da Raffaele Sanzio per omaggiare il poeta.

 

17/04/2012





        
  



5+2=

Altri articoli di...

San Benedetto

27/07/2016
Jazz and Gourmet: in concerto il Giacinto Cistola Trio (segue)
27/07/2016
Un’ordinanza per affrontare l’emergenza rifiuti al Porto (segue)
27/07/2016
“Sorrisi nel deserto” al 32° Cabaret, amoremio! (segue)
27/07/2016
"Insieme" di Menicozzi e Orlandi: la mostra di una coppia nella vita e nell'arte. (segue)
27/07/2016
Ad agosto, la Fiorentina in Riviera con “Viola Days” (segue)
27/07/2016
Venerdì 29 luglio, alle ore 21,15 sulla Banchina Malfizia “Le Corali in Concerto” (segue)
27/07/2016
Capriotti: “Cosa vuole fare l'Amministrazione per eliminare o attenuare il degrado della Città?" (segue)
27/07/2016
Il Circolo Nautico Sambenedettese si tinge di Noir, con Giulio Perrone e Alessio Dimartino. (segue)

Cronaca e Attualità

27/07/2016
Un’ordinanza per affrontare l’emergenza rifiuti al Porto (segue)
27/07/2016
Arrestato ascolano per detenzione - ai fini di spaccio - di stupefacenti. (segue)
27/07/2016
Il cabarettista Maurizio Santilli all'Americo (segue)
27/07/2016
«Il Direttore di Area Vasta “ideale” … » (segue)
26/07/2016
Concorso MODAVI contro la violenza sulle donne, la studentessa Marta Verdecchia tra le vincitrici (segue)
26/07/2016
In campo scuola con la Protezione Civile (segue)
25/07/2016
Nasce "Occhio al Centro", per far tornare a battere il cuore della Città (segue)
25/07/2016
Convocato il Consiglio Comunale per sabato 30 luglio (segue)

Castelbellino night jazz

Una serata con il grande jazz

Andrea Carnevali

IL VALORE DELLA FIABA POPOLARE

I bambini son più convinti degli adulti dell'importanza delle fiabe popolari. Essere adulti,infatti,significa spesso,essere adulterati da spiegazioni razionali e sottovalutare gli aspetti infantili che si ritrovano nelle fiabe.

Antonio De Signoribus


Io e Caino