Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Centro per la persona, la vita e la famiglia: “Il Mattino”

San Benedetto del Tronto | Nell’ambito dell’esperienza della Cooperativa Nain di Castorano (AP) nasce e si sta pienamente avviando il progetto “Il Mattino”, Centro per la persona, la vita e la famiglia.

Il Centro è stato presentato in occasione di una conferenza tenutasi sabato scorso 2 ottobre a Castorano nella sede della casa famiglia Nain. La conferenza, dal titolo "Accogliere: una strada per sé" ha visto la partecipazione della dott.ssa Vittoria Maioli Sanese, psicologa e direttrice del Consultorio famigliare di Rimini. Dopo l'incontro con la dottoressa, un momento di dialogo e testimonianze è stato appunto presentato il Centro che ha aperto a San Benedetto del Tronto, sulla Strada Statale S. Pellico, 73/A.

Il Centro nasce per la libera iniziativa di alcune persone tra cui alcuni professionisti in campo ginecologico, legale e psicologico, ed alcuni esperti in campo bioetico ed educativo.

Lo scopo del Centro è quello di creare un luogo di incontro, di ascolto, di affronto o semplicemente di confronto rispetto a circostanze o problematiche inerenti alla vita nascente, la famiglia e la genitorialità. L'intento è quello di condividere la propria esperienza nella certezza che di fronte alle problematiche della vita non esistono formule risolutive ma tutto è veramente affrontabile nella misura in cui della vita si riconosce l'Origine, il Senso e il Destino.

Perché questo nome: il Mattino?
Perché solo dentro questa esperienza qualsiasi circostanza anche problematica può realmente essere e diventare comunque una occasione positiva, una possibilità di ricominciare, un nuovo inizio, proprio un nuovo mattino così come accade all'aurora in cui basta un raggio di luce perché tutte le cose prendano chiarezza, forma e consistenza, perché si illuminino.

In questo modo diventano realmente di supporto anche le competenze professionali e i servizi specifici che il Centro mette a disposizione.
Quali sono gli ambiti di intervento?
- Tutela della vita umana dal suo inizio e della maternità anche difficile
Il Centro vuole essere un punto di ascolto e di riferimento per tutte quelle donne che vedono nell'interruzione di gravidanza un'apparente risoluzione a qualsivoglia difficoltà: il Centro si adopera ad accompagnare e offrire alternative concrete anche per difficoltà di tipo economico.

Un luogo di accompagnamento anche nei casi di gravidanze difficili o patologiche e sostegno per difficoltà relative alla maternità e all'interruzione di gravidanza.
- La maternità e la paternità oltre la fertilità fisica
Nella certezza che la maternità e la paternità non si esauriscono nel figlio naturale, e nella consapevolezza che non tutto quello che oggi la scienza propone come affronto di tale problematica sia realmente umano e a vantaggio della vita di tutte le persone coinvolte, compresa quello dell'eventuale nascituro, il Centro si pone come luogo di orientamento e consulenza oltre che assistenza.

- Sostegno alla famiglia e alla genitorialità
Intesa come interventi atti a supportare il compito educativo dei genitori con i figli, come orientamento per chi intende aprirsi al cammino dell'adozione e dell'affido, e come condivisione guidata di esperienza con famiglie che già vivono il percorso dell'affido e dell'adozione

- Promozione culturale e formazione                                                             Intesa come promozione del valore e del significato della vita e della famiglia, anche attraverso corsi di accompagnamento alla nascita che sono già attivi, insegnamento di metodi di regolazione naturale della fertilità (già attivi) e corsi di educazione all'affettività e alla sessualità rivolti ai giovani.

I colloqui e le consulenze iniziali sono totalmente gratuite.
Gli eventuali percorsi specifici o le assistenze professionali sono soggette a tariffario disponibile in sede.

05/10/2010





        
  



3+1=

Altri articoli di...

Cronaca e Attualità

14/02/2016
America Graffiti aprirà a breve a San Benedetto (segue)
13/02/2016
Convegno "Nuove Opportunità e Strumenti per la Promozione dell'Economia Sociale" (segue)
12/02/2016
Un Comitato Fondazione per il Ballarin (segue)
12/02/2016
Operazione Anti-droga ad Ascoli e Fermo (segue)
11/02/2016
Guardia di Finanza di San Benedetto del Tronto: Sequestrati 75 grammi di Marijuana (segue)
10/02/2016
Celebrato il Giorno del Ricordo (segue)
10/02/2016
Carnevale, controlli e multe della Polizia Municipale (segue)
10/02/2016
Carnevale al Centro Sociale Primavera (segue)

San Benedetto

14/02/2016
America Graffiti aprirà a breve a San Benedetto (segue)
14/02/2016
"Lo Sport e la crescita sociale" tema centrale del nuovo incontro con Tonino Capriotti (segue)
14/02/2016
“A Grottammare non c’è nulla da nascondere, né sui dipendenti, né su altro.” (segue)
14/02/2016
Salviamo il Ballarin (segue)
14/02/2016
Nuova data per il corso Fondi UE 2014-2020 per l’Agricoltura (segue)
13/02/2016
“A che tante facelle? La Via Lattea tra Scienza, Storia e Arte”. (segue)
13/02/2016
"Orgoglio Sambenedettese" presenta il suo Candidato Sindaco (segue)
13/02/2016
Giorgio Montanini al Palariviera (segue)

Castelbellino night jazz

Una serata con il grande jazz

Andrea Carnevali

IL VALORE DELLA FIABA POPOLARE

I bambini son più convinti degli adulti dell'importanza delle fiabe popolari. Essere adulti,infatti,significa spesso,essere adulterati da spiegazioni razionali e sottovalutare gli aspetti infantili che si ritrovano nelle fiabe.

Antonio De Signoribus


Io e Caino