Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Spettacolo teatrale "Templari: ultimo atto"

Castignano | Nel coinvolgente scenario medievale di piazza San Pietro, la compagnia teatrale "Schegge di Mediterraneo" metterà in scena l'atto unico firmato da Giampiero Alloisio, con la consulenza storica di Simonetta Cerrini, e diretto da Consuelo Barilari.

Sette secoli or sono una complessa e massiccia operazione di polizia, voluta da Filippo il Bello, portò all'arresto della maggior parte dei templari di Francia. I processi che seguirono terminarono sette anni più tardi con l'ingiusto rogo del maestro Jacques de Molay e dei suoi dignitari sull'Ile des Juifs, nel mezzo della Senna.

Per commemorare il settimo centenario di questi tragici eventi la Pro Loco di Castignano, fedele alla tradizione che collega il paese marchigiano con i mitici cavalieri templari, ospiterà il 14 luglio prossimo lo spettacolo teatrale "Templari. Ultimo atto". Dedicato all'ultimo momento di vita l'Ordine del Tempio, questo dramma costituisce una pregevole anticipazione della più nota manifestazione "Templaria Festival", che si terrà dal 16 al 19 di agosto e che sarà intitolata "Templari in catene".

Nel coinvolgente scenario medievale di piazza San Pietro, la compagnia teatrale "Schegge di Mediterraneo" metterà in scena l'atto unico firmato da Giampiero Alloisio, con la consulenza storica di Simonetta Cerrini, e diretto da Consuelo Barilari.

L'attore Paolo Graziosi impersona magistralmente i dubbi e le incertezze di Jacques de Molay il quale, nelle ore che precedono il giorno della sua esecuzione, ritorna col pensiero agli anni in cui l'Ordine del Tempio rappresentava il fior fiore della società medievale fino ad arrivare alla sua distruzione, evocando i protagonisti di questa emozionante epopea: da Hugues de Payns a San Bernardo, da Guglielmo di Nogaret a Filippo di Marigny, da Filippo il Bello a papa Clemente V, all'amante di quest'ultimo, impersonati da Orlando Cinque, Marco Avogadro e da Elisabetta Arosio.

In un crescendo di ricordi e con la voce rotta dall'emozione, Graziosi-De Molay non smette mai di difendere l'onestà dell'Ordine del Tempio e, coerente con le sue affermazioni, si avvia sereno verso il rogo, fino a scomparire tra le fiamme che consegneranno i cavalieri templari all'eternità ed al mito.

02/07/2007





        
  



5+2=

Altri articoli di...

Cultura e Spettacolo

16/11/2019
Se chi ben comincia è a metà dell'opera, sarà un anno di sorprese e conferme per il Liceo Rosetti (segue)
13/11/2019
Roberto Michilli presenta il 16 novembre a Campli “Sentimentál” (segue)
12/11/2019
Santa Maria Intervineas: la bellezza dell’essenzialità (segue)
10/11/2019
Ivano Dionigi apre gli "Incontri" della Partecipazione (segue)
09/11/2019
Renato Minore presenterà il libro "O Caro pensiero" (segue)
09/11/2019
Remo Bodei: Un Grande Maestro Della Scuola Italiana (segue)
09/11/2019
Raffaella Milano presenta il libro "I Figli dei nemici" (segue)
04/11/2019
Luca Orsini, il cantautore con il basso (segue)

Ascoli Piceno

12/11/2019
Santa Maria Intervineas: la bellezza dell’essenzialità (segue)
04/11/2019
Luca Orsini, il cantautore con il basso (segue)
01/11/2019
Santa Maria della Rocca: una sorpresa che ogni volta si rinnova (segue)
27/10/2019
Il Colli perde la gara con molti rimpianti. (segue)
15/10/2019
Allena la tua mente! Generali dà il via ai corsi di scacchi per le famiglie (segue)
15/10/2019
Emesso un DASPO nei confronti di ultras ascolano in occasione dell'incontro Ascoli Calcio-Pescara. (segue)
29/09/2019
Per il Colli era importante vincere e così è stato nel nuovo campionato d'eccellenza. (segue)
24/09/2019
IL VESCOVO, MONS. GIOVANNI D'ERCOLE, OFFICIA LA SANTA MESSA IN ONORE DI SAN MATTEO (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji