Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

"Uno, due tre stalla" fa flop: soddisfatta la Coldiretti Marche

| Luzi, presidente Coldiretti Marche: "E' la chiara dimostrazione che la rappresentazione caricaturale dell'agricoltura non paga"

"L'ulteriore calo di ascolti di "Un, due, tre... stalla" conferma che l'agricoltura da operetta che viene proposta dalla trasmissione è ben diversa da quella reale, e il pubblico lo ha capito". E' il commento del presidente di Coldiretti Marche, Giannalberto Luzi, al perdurante flop del reality Mediaset, fondato su una rappresentazione caricaturale del lavoro in campagna. "Nei giorni scorso abbiamo avuto parecchie telefonate di protesta da parte di nostri imprenditori, infuriati per il modo in cui la loro attività veniva presa in giro dipingendone un quadro gratuitamente macchiettistico e denigratorio – aggiunge Luzi - Qualcuno di loro ci aveva addirittura manifestato la volontà di ricorrere alle vie legali sentendosi danneggiato a livello di immagine".

Sulla faccenda era intervenuto nei giorni scorsi anche il movimento giovanile della Coldiretti, che aveva invitato i responsabili della trasmissione a trascorrere un week end in uno degli agriturismi di Terranostra per capire che la vera agricoltura è quella che ogni giorno garantisce la qualità dei prodotti e la sicurezza alimentare e ambientale dei cittadini, non certo quella rappresentata nel programma. "Un invito che facciamo nostro – conclude Luzi – poiché consentirà di verificare di persona la rivoluzione avvenuta in pochi anni nelle campagne italiane".

06/04/2007





        
  



1+2=

Altri articoli di...

Cronaca e Attualità

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
15/11/2022
800.000 euro per le scuole (segue)
14/11/2022
Terremoto: subito prevenzione civile e transizione digitale (segue)
14/11/2022
Tre milioni di persone soffrono di disturbi dell’alimentazione e della nutrizione (segue)
14/11/2022
Il presidente di Bros Manifatture riceve il premio alla carriera "Hall of Fame/Founders Award" (segue)
31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
27/10/2022
A Cartoceto, nelle ‘fosse dell’abbondanza’ per il rituale d’autunno della sfossatura (segue)
27/10/2022
Il Comune pulisce i fossi Rio Petronilla e via Galilei (segue)

Fuori provincia

14/11/2022
Terremoto: subito prevenzione civile e transizione digitale (segue)
14/11/2022
Il presidente di Bros Manifatture riceve il premio alla carriera "Hall of Fame/Founders Award" (segue)
02/11/2022
Glocal 2022: dove i giovani diventano protagonisti del giornalismo (segue)
02/11/2022
Sisma 2016: approvati 15 mila contributi per 4.8 miliardi (segue)
27/10/2022
A Cartoceto, nelle ‘fosse dell’abbondanza’ per il rituale d’autunno della sfossatura (segue)
27/10/2022
Il Comune pulisce i fossi Rio Petronilla e via Galilei (segue)
27/10/2022
TEDxFermo sorprende a FermHamente (segue)
23/10/2022
A RisorgiMarche il Premio "Cultura in Verde" (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji