Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Tartufo: tra archeologia e canzoni di Dalla

| SANT’ANGELO IN VADO (PU) - Parte domani a Sant’Angelo in Vado il lungo week-end ricco di eventi e personaggi.

Il programma di questo fine settimana a Sant’Angelo in Vado, dov’è in corso la 42° Mostra Nazionale del Tartufo bianco pregiato, prevede: sabato apertura delle cantine monumentali, le “vie dei Mercanti”, spettacoli, mostre culturali e micologica, tanta gastronomia.

Nella mattinata (alle 10) grande attesa per la riapertura della zona archeologica “Domus romana”. Dal 1995 col riconoscimento di Sant’Angelo in Vado come area archeologica di interesse regionale, si è proceduto alla valorizzazione del sito archeologico, all’allestimento del Museo e all’acquisto da parte dell’Amministrazione Comunale dell’area che ha reso possibile la stesura di un progetto a più ampio respiro capace di attirare finanziamenti  tali da dare un impulso decisivo alla riscoperta di Tifernum Mataurense.

Il progetto  inserito nei Fondi strutturali Europei è rientrato nelle prime annualità finanziate e così oggi possiamo dire conclusa questa  esaltante fase avviata nel 1999 coi primi scavi proseguiti dal 2000 al 2003 anno in cui la Domus  si è manifestata nella  sua ampiezza, quindi dal 2004 fino ad oggi in cui con la copertura, la Domus dei Mosaici  si appresta ad interpretare il suo ruolo di attrazione e interesse turistico.

La Domus  dei Mosaici  è un edificio di epoca classica, che  si estende per circa 900 mq. è costituito da 26 vani di cui 12  presentano pavimentazioni musive bicrome e policrome. I mosaici portati in luce sono conservati in modo eccellente. Tra le raffigurazioni musive sono da ricordare il carro guidato da Nettuno accompagnato dalla sposa Anfitrite, il volto di Bacco, l’immagine di Medusa e, di gran pregio, nella sala del triclinium, un tappeto di circa 42 mq su cui, lungo il lato Ovest,  è rappresentata una scena di caccia mentre al centro della stanza è presente un riquadro al cui interno si può osservare una scena di pesca; sul resto della superficie sono rappresentate numerose formelle circolari in cui sono inscritte piccole figure mitiche. Le dimensioni, la policromia e l’articolarsi della geometria di quest’ultimo tappeto sono stupefacenti.

La Domus rispecchia la tipica distribuzione degli ambienti di epoca romana; dall’atrio si raggiungono sia vani di servizio ad uso domestico sia stanze da letto (cubiculum) e da pranzo (triclinium) utilizzate dai ricchi patrizi proprietari dell’abitazione. Al centro dell’edificio è presente un quadriportico con pavimentazione musiva bicroma geometrica;sono ancora visibili alcune basi di colonna.

Attraverso l’indagine archeologica è stato possibile individuare le varie fasi di vita dell’edificio. I dati finora raccolti sono in corso di studio ma, il complesso abitativo si inquadra quasi sicuramente in un ambito cronologico che spazia dal I sec. d.C. al V sec. d.C. I mosaici recuperati a Tifernum Mataurense risultano essere, per il momento, tra i più significativi a livello artistico e archeologico del territorio marchigiano.

Sempre sabato alle 21 nel Palazzotto dello Sport ritorna, dopo qualche anno d’assenza, il “Gran Galà del tartufo. La serata trascorrerà all’insegna della risata e del divertimento, saranno presenti ospiti illustri che sapranno allietare gli spettatori piccoli e grandi grazie al legame instauratosi fra un importante negozio d’abbigliamento "Tempo di Sport" , l’Amministrazione Comunale e  organizzazione "Eventi" con la direzione artistica di Nevio Russo.  Ospite d'eccezione Lucio Dalla, Stefano ligi, Balletto Hip Hop, da Canale 5 il cabaret di Giusy Zenere. Presenta Daniela Gurini.

Domenica 23 ottobre, oltre alla consegna dei premi, Sant’Angelo ospiterà la gara di pesca “Un fiume di Tartufo”, trekking del tartufo, raduno d’auto classiche, menù a base del pregiato tubero, spettacoli, mostre e la gara nazionale di cerca al tartufo. Per quest’ultimo appuntamento arriveranno da tutta Italia per sfidarsi e dimostrare di essere il miglior cane nella ricerca del pregiato tubero. Assieme ai loro padroni,  i fedeli compagni dell’uomo si ritroveranno a Sant’Angelo in Vado per il consueto appuntamento, arrivato quest’anno alla 31° edizione, della Gara Nazionale di cerca al tartufo bianco pregiato. L’appuntamento si svolge a partire dalle 8.30 a Campo Monti.

Grande attesa per l’assegnazione domenica mattina alle 11 al Teatro Zuccari del tartufo d’Oro al giornalista e conduttore della fortunata trasmissione di Rai 1 “Porta a porta”,Bruno Vespa, l’attore e showman Cristian De Sica e Stefano Masciarelli, la showgirl Pamela Prati e Miss Italia 2004 Cristina Chiabotto.

Madrine della kermesse saranno invece la conduttrice di tanti programmi tivù, Milly Carlucci, e la bella Maria Grazia Cucinotta.

Nella stessa giornata prevista la consegna di altri “Tartufi d’Oro” ad alcuni stilisti di grido internazionale quali e la presenza di altri personaggi, ma i nomi arriveranno solo dopo la conferma delle loro presenza.

E nomi altisonanti di personaggi televisivi e del mondo dello spettacolo, non potevano calamitare l’interesse mass-mediatico. Così domenica a Sant’Angelo arriveranno le troupe televisive di Linea Verde, Uno Mattina e La Vita in Diretta.

Le telecamere delle tre trasmissioni della rete ammiraglia Rai arriveranno sabato pomeriggio e realizzeranno dei servizi sia sul tartufo di Sant’Angelo in Vado, le peculiarità, la commercializzazione, la ricerca, la sperimentazione e la gastronomia con i molteplici piatti a base del pregiato tubero.

Spazio anche alla Mostra Mercato giunta alla sua 42° edizione, con interviste in piazza, agli stando del tartufo e dei prodotti tipici marchigiani. Domenica obiettivi puntati sulla gara nazionale di cerca al tartufo, la kermesse del Tartufo d’Oro e relative interviste ai numerosi Vips presenti. Una promozione e visibilità non da poco per la cittadina metaurense che si lancia nel panorama nazionale grazie a una serie di servizi che andranno in onda nella prossima settimana all’interno delle più seguite trasmissione della Rai. Annunciato l’arrivo anche di altri programmi Rai e Mediaset e di diverse tivù private.

La mostra di Sant’Angelo in Vado prosegue, tutti i week-end, fino al 30 ottobre con un ricco programma di eventi.

Infolinee: 0722.810095 

22/10/2005





        
  



4+4=

Altri articoli di...

Fuori provincia

14/11/2022
Terremoto: subito prevenzione civile e transizione digitale (segue)
14/11/2022
Il presidente di Bros Manifatture riceve il premio alla carriera "Hall of Fame/Founders Award" (segue)
02/11/2022
Glocal 2022: dove i giovani diventano protagonisti del giornalismo (segue)
02/11/2022
Sisma 2016: approvati 15 mila contributi per 4.8 miliardi (segue)
27/10/2022
A Cartoceto, nelle ‘fosse dell’abbondanza’ per il rituale d’autunno della sfossatura (segue)
27/10/2022
Il Comune pulisce i fossi Rio Petronilla e via Galilei (segue)
27/10/2022
TEDxFermo sorprende a FermHamente (segue)
23/10/2022
A RisorgiMarche il Premio "Cultura in Verde" (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji