Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Orti. I recinti del sacro e del profano

Ascoli Piceno | ’Associazione Culturale MAMA, porta ad Ascoli I digiuni di Catarina da Siena di Dacia Maraini

di Anna Laura Biagini

L’Associazione Culturale MAMA (Musica, Arte, Moda, Atelier), in collaborazione con il progetto Il Romanico nel Piceno – Chiese Aperte, invita alla rappresentazione teatrale I digiuni di Catarina di Siena, scritto da Dacia Maraini, che si svolgerà martedì 18 Ottobre alle ore 21, nella Chiesa di S. Venanzio, in Piazza Bonfine. Barbara Amodio sarà Catarina e Giuseppe Moretti interpreterà Frate Neri, la regia è affidata alla stessa Maraini, che parteciperà ad un dibattito dopo lo spettacolo.
 
L’Associazione MAMA propone per il 2005 degli spettacoli sul tema della passione, religiosa, civile, d’amore, che si svolgeranno in luoghi sacri della città, chiese, chiostri ma pure teatri e orti. L’intento è mettere in scena rappresentazioni rare, in stretta relazione con il luogo in cui sono allestite, seguendone i recinti architettonici.

I digiuni di Catarina da Siena in particolare, ha debuttato al Festival di Radicandoli ed è stato rappresentato in diverse chiese italiane. Attualmente lo spettacolo della durata di 60 minuti circa, è ancora in tournee portando in scena attraverso dialoghi, momenti di vita della protagonista, intrisi di fede e misticismo, in contrasto con le aspirazioni terrene di Frate Neri.

L’autrice Dacia Maraini nel giugno di quest’anno, ha ricevuto la laurea Honoris Causa in Scienze della Comunicazione dall’Università di Macerata e recentemente quella in Lettere e Filosofia dall’Università dell’Aquila.

La Presidente del MAMA, Ivana Manni, invita la cittadinanza a partecipare numerosa e ringrazia per la collaborazione la Fondazione della Cassa di Risparmio di Ascoli, l’Assessorato alla Cultura della Provincia e gli Assessorati alla Cultura e all’Istruzione del Comune.

16/10/2005





        
  



5+2=

Altri articoli di...

Cultura e Spettacolo

31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
27/10/2022
TEDxFermo sorprende a FermHamente (segue)
27/10/2022
53 anni di Macerata Jazz (segue)
26/10/2022
Il recupero della memoria collettiva (segue)
26/10/2022
Giostra della Quintana di Ascoli Piceno (segue)
23/10/2022
A RisorgiMarche il Premio "Cultura in Verde" (segue)
22/10/2022
Porto San Giorgio torna a gareggiare al Palio dei Comuni (segue)
20/10/2022
La Nuova Barberia Carloni apre un tris di spettacoli (segue)

Ascoli Piceno

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
15/11/2022
800.000 euro per le scuole (segue)
14/11/2022
Tre milioni di persone soffrono di disturbi dell’alimentazione e della nutrizione (segue)
31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
28/10/2022
Zero Sprechi, al via un progetto per la lotta agli sprechi alimentari (segue)
26/10/2022
Il recupero della memoria collettiva (segue)
26/10/2022
Giostra della Quintana di Ascoli Piceno (segue)
26/10/2022
Tribuna presso lo Stadio “Cino e Lillo del Duca” (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji