Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Gli Arthemis a Electric Guitars in Festival

Amandola | Il Power Metal e l’Hard Rock della band veronese nella seconda serata della manifestazione.

 
In scena gli Arthemis venerdì 15 all’Electric Guitars in Festival. Un’esibizione di sicuro interesse per questa Speed-power Metal band veronese formatasi nel 1994, nata da un’ idea del chitarrista solista Andrea Martongelli compositore di tutte le musiche ed i testi del gruppo e del bassista Matteo Galbier ai quali si sono uniti Alessio Garavello (voce), Matteo Ballottari (chitarra solista) e Paolo Perazzani (batteria).

E’ attualmente reduce dai successi in Giappone e nelle maggiori capitali europee ed è annoverata tra le formazioni internazionali più rinomate per questo genere. Maturazione professionale, eclettismo e grande tecnica sono le caratteristiche di questo gruppo, che nei propri concerti travolge il pubblico proponendo brani originali di enorme valore artistico e covers di band mitiche quali Kiss, Dream Theatre, Deep Purple.

Lo stile degli Arthemis rappresenta l’ unione dello Speed-power Metal con venature Hard Rock anni ’80 ed elementi di musica classica Barocca, Progressive Rock, ovviamente riproposti in chiave Hard Rock & Heavy Metal. Hanno all’attivo diversi album pubblicati su tutto il mercato mondiale: “Church Of The Holy Ghost”, “The Damned Ship”, “Golden Dawn”, “Return To The Church Of The Holy Ghost”  fino a “Back From The Heat”, nuovo lavoro in uscita a Giugno  e del quale si potranno gustare alcuni assaggi.
Nella serata sarà presente, ma senza esibirsi, Giovanni Unterberger considerato il capostipite dei chitarristi acustici italiani e "mito" della chitarra acustica. Ha portato la sua determinante collaborazione nella direzione artistica di Electric Guitars in Festival.
E’ creatore e direttore della Scuola Lizard, una delle più prestigiose al mondo nel settore della musica moderna che ha sede a Fiesole (FI) e con centri in tutta Italia. Electric Guitars in Festival avrà il marchio dell’Accademia Musicale “Lizard”. L’importante scuola ha acconsentito di accostare il proprio nome alla kermesse amandolese.
Per studenti e musicisti in programma tre seminari. Si comincia con “Lo stile di Brian May” a cura di Mirco Di Mitrio  poi “Utilizzare la Loop Machine, l’e-Bow e il Bottle Neck” a cura di Matteo Nativo ed infine “Tecniche di arrangiamento chitarristico nella musica rock e heavy metal” a cura di Andrea Martongelli. L’organizzazione del Festival è del Comune di Amandola, della Scuola di Musica La Fenice col contributo della Fondazione Carifermo.
Info: 0736/845500-848323
 

13/05/2005





        
  



3+2=

Altri articoli di...

Fermo

06/04/2007
An: "Vinceremo al primo turno" (segue)
06/04/2007
Fermana: festa insieme al Comune per la Promozione (segue)
06/04/2007
Concerto di Pasqua con il Trio Sabin (segue)
06/04/2007
Blitz del Corpo forestale: sequestrato anche il canile di Capodarco (segue)
06/04/2007
Parte il dizionario della cucina marchigiana (segue)
06/04/2007
Basket: l'Elsamec si rovina la festa (segue)
06/04/2007
Acquista la casa all'asta e la proprietaria si vendica avvelenandole le piante (segue)
05/04/2007
Due arresti per le rapine alle tabaccherie: ma i due sono già in carcere (segue)

Cultura e Spettacolo

28/04/2011
“BRUNO LAUZI – Questo piccolo grande uomo" (segue)
24/04/2011
“Bruno Lauzi – Questo piccolo grande uomo” (segue)
15/04/2011
Un cinema non solo da “vedere”: al via la rassegna “La posta in gioco” (segue)
04/04/2011
Stagione teatrale: “FABIO RICCI…CANTA ZERO” (segue)
28/03/2011
“La mia provincia": un premio alle classi vincitrici del concorso di disegno (segue)
25/03/2011
Ultimo appuntamento con i Teatri D’Inverno (segue)
25/03/2011
PATTY PRAVO TOUR 2011 (segue)
23/03/2011
150 Anni dell'unità d'Italia (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji