Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Addio 2004, anno dolceamaro. Benvenuto 2005!

Offida | Ripercorriamo alcuni dei fatti salienti dell'anno che ci lasciamo alle spalle (con piacere) dopo il disastro del sud-est asiatico.

di Alberto Premici

"L'anno? Una serie di trecentosessantacinque delusioni." diceva Ambrose Gwinnett Bierce.

Quello che stanotte ci lasceremo alle spalle non è certamente un anno ascrivibile tra i migliori, vista la lunga sequenza di eventi luttuosi che ci ha riservato. Tuttavia sono sicuro che per molti esso sia stato foriero di successi e soddisfazioni personali, come per chi vi scrive.

Queste piccole gioie però sono state sistematicamente vanificate e messe in ombra da notizie ed immagini che via via rappresentavano in modo crudo ed eloquente la situazione di chi è meno fortunato di noi.

Ritengo che compassione ed egoismo siano i peggiori nemici della solidarietà. Allora.....subito un gesto di buon senso: questa sera niente botti e facciamo beneficenza, ognuno dove e come crede. Tra gli sms di auguri mandiamone uno o più di aiuto

http://www.ilquotidiano.it/un_aiuto_subito.htm


Poi dopo la mezzanotte pensiamo al 2005 con la speranza, anzi con la certezza che sia per tutti anno di pace e solidariatà (quella vera, non urlata o ostentata), anno di dialogo e di recupero di ogni dignità umana, anno di progresso.

E' questo il mio sincero augurio che mi permetto rivolgere a voi cortesi lettori ed a tutta la redazione.



3 gennaio - Una vacanza finita in tragedia e un grave lutto per la Francia: 148 persone muoiono nelle acque davanti a Sharm El Sheikh quando un aereo charter che riportava a casa 133 turisti francesi reduci da una vacanza di Capodanno si è inabissato nel mar Rosso.

8 gennaio - I Cobas protestano contro l'accordo del dicembre 2003. La situazione più tesa è a Milano: la Prefettura provvede a precettare i lavoratori in sciopero per far rispettare le fasce di garanzia.

9 gennaio - Muore Norberto Bobbio. Aveva 94 anni ed era stato ricoverato all'ospedale Molinette di Torino per uno scompenso cardiaco. Con lui scompare la coscienza critica della sinistra italiana.

1 febbraio - Tragedia a la Mecca. C'erano circa due milioni di persone sul ponte di Jamarat, a Mena, poco distante dalla Mecca, per gettare sassi a un pilastro che rappresenta il diavolo, secondo la tradizione islamica del Corano. Ma nella ressa molti sono caduti e sono stati calpestati dalla folla perdendo la vita: il bilancio finale parla di 251 morti e 244 feriti.

6 febbraio - Attentato a Mosca. Alle 8,40 del mattino nel secondo vagone di un convoglio in corsa fra due stazioni al centro di Mosca, a tre chilometri dal Cremlino, una donna kamikaze si fa esplodere uccidendo 40 persone. I sospetti si rivolgono subito verso la pista del terrorismo ceceno.

10 febbraio - Arrestato Cesare Battisti. L'ex leader dei "proletari armati per il comunismo" è stato arrestato a Parigi nella sua abitazione su richiesta del ministero della Giustizia italiano, sulla base di due condanne definitive all'ergastolo per diversi omicidi tra cui quello del gioielliere Torreggiani nel 1979.

14 febbraio - Muore Marco Pantani. Aveva 34 anni. Lo hanno trovato sul letto a torso nudo, i pantaloni del pigiama addosso. E' stato il portiere del residence «Le rose» di Rimini a dare l'allarme. E' morto solo, lontano da tutti, per un'overdose di cocaina.

28 febbraio - Adel Smith querela il Papa. Il presidente del «Partito religioso denominato Unione musulmani d'Italia» ha querelato il Papa, il cardinale Giacomo Biffi, il cardinale Joseph Ratzinger, vescovi ed arcivescovi dell'Emilia Romagna, i componenti la Conferenza episcopale dell'Emilia-Romagna, il sacerdote Gianni Baget Bozzo, i responsabili dell'affissione e dell'esposizione al pubblico degli affreschi presenti all'interno della Chiesa di San Petronio, a Bologna. La motivazione: offesa, ingiuria e vilipendio per tutti coloro che praticano pacificamente la religione islamica.

6 marzo - Vince "l'uomo volante". Per il brano di Marco Masini è arrivata una valanga di 300 mila voti. L'artista fiorentino ha dedicato la vittoria alla mamma e a Mia Martini: «Ha sofferto le stesse cose che ho sofferto io».

11 marzo - Attentato a Madrid. Il bilancio è drammatico: 191 morti e più di 1.500 feriti. Il Governo spagnolo incolpa inizialmente i terroristi baschi dell'Eta ma già dopo poche ore dalle indagini emerge la tragica verità: c'è Al Qaeda dietro al massacro. La notte del 13 marzo, alla vigilia delle elezioni, migliaia di cittadini manifestano nelle principali città spagnole per chiedere la verità che il Governo avrebbe nascosto.

11 marzo - Ricoverato Umberto Bossi. Il leader della Lega ha avuto un «cedimento di natura coronarica». Le sue condizioni di salute miglioreranno lentamente ma lo costringeranno a lasciare gli incarichi di deputato e Ministro.

14 marzo - Spagna: vince Zapatero. Un voto inaspettato: alla vigilia delle elezioni i popolari erano saldamente in testa nei sondaggi e invece il risultato delle politiche, complice anche la rabbia per gli attentati dell'11 marzo, si è rovesciato. Con un'affluenza alle urne del 77,3%, i socialisti hanno superato i popolari e José Luis Rodriguez Zapatero, 43 anni, è il nuovo premier.

15 marzo - Vince Putin. La vittoria netta del leader del Cremlino nelle elezioni presidenziali con oltre il 70% dei voti, è stata guastata soltanto da una dichiarazione dell'amministrazione Bush che per voce del Consigliere per la sicurezza nazionale Condoleezza Rice ha fatto sapere che «è preoccupata per l'indipendenza dell'informazione in Russia».

22 marzo - Ucciso Yassin. Elicotteri israeliani hanno lanciato missili contro la sua auto mentre stava recandosi dalla sua abitazione a un moschea. I razzi hanno provocato complessivamente nove morti e dieci feriti: uccise anche due guardie del corpo (una delle quali era uno dei figli di Yassin) e quattro passanti. La radio pubblica israeliana riferisce che è stato il primo ministro israeliano Ariel Sharon a supervisionare personalmente l'eliminazione dello sceicco.

3 aprile - Gabriella Ferri, 62 anni, muore nel reparto rianimazione dell'ospedale San Camillo di Roma dove è arrivata con un'elicottero del 118 dopo un tentativo di suicidio o, come precisano i familiari, un incidente causato da un malore legato ai farmaci antidepressivi di cui faceva uso.

13 aprile - Quattro dipendenti di società di sicurezza private sono stati rapiti in Iraq nei pressi di Falluja. I sequestratori, appartenenti alle «Brigate del profeta Maometto» in cambio della loro liberazione chiedono le scuse del Governo italiano e il ritiro delle truppe.

15 aprile - Fabrizio Quattrocchi, 36 anni, genovese, uno dei quattro ostaggi sequestrati due giorni prima dalle sedicenti «Brigate del Profeta Maometto» viene giustiziato con un colpo alla nuca. La conferma arriva dal ministro degli Esteri Franco Frattini in diretta nel "Porta a porta" di Bruno Vespa. Prima di morire avrebbe tentato di togliersi la benda dagli occhi e gridato a suoi carnefici «Vi faccio vedere come muore un Italiano».

1 maggio - In un colpo solo l'Unione europea aumenta di due terzi il numero di Paesi aderenti. Entrano a far parte della grande famiglia europea più di 74 milioni di persone. Per la prima volta si uniscono nazioni che appartenevano all'ex mondo comunista, sia del blocco sovietico che dell'ex Jugoslavia.

5 maggio - Muore Nando Martellini. Con lui se ne va un'altra voce storica del calcio. Indimenticabile il suo triplo «Campioni del mondo!» al termine della finale Italia-Germania di Spagna '82.

9 maggio - Doveva essere una giornata di festa dedicata alle celebrazioni della vittoria dell'ex Armata Rossa sui nazisti al termine della II Guerra Mondiale. Ivece è stata una strage: 32 morti e 46 feriti tra cui il presidente filo-russo della Repubblica caucasica, Akhmad Kadyrov.

11 maggio - Con la macabra esecuzione dell'ostaggio Usa Nick Berg inizia la raccapricciante stagione delle decapitazioni. I terroristi si attrezzano per filmare il massacro delle loro vittime e diffondono le immagini attraverso tv satellitari o siti web. Alcuni organi di informazione italiani e mondiali decidono nonostante tutto di pubblicare le immagini agghiaccianti.

24 maggio - Alex Busca, Claudio Bastrentaz, Karl Unterkirker e Mario Merelli raggiungono gli 8.300 metri della vetta del "Tetto del mondo" senza l'ausilio dell'ossigeno (foto Cappon)

28 maggio - Muore Umberto Agnelli. Ultimo dei sette figli di Edoardo Agnelli si è spento nella sua casa della Mandria, nei pressi di Torino. Accanto a lui la moglie Allegra ed i figli Andrea ed Anna. Umberto Agnelli soffriva di un tumore (foto Ap)

14 giugno - Addio a Nino Manfredi. Interprete indimentcabile di decine di film, è scomparso al termine di una lunga malattia. Con Nino Manfredi se ne va uno degli attori italiani più popolari, una delle icone del cinema italiano. Aveva 83 anni, compiuti nel marzo scorso, e in 55 anni di carriera aveva recitato in oltre 110 film.

7 giugno - Salvatore Stefio, Maurizio Agliana e Umberto Cupertino, i tre ostaggi italiani prigionieri dei guerriglieri in Iraq, sono stati liberati insieme all'ostaggio polacco Jerzy Kos. «Per la liberazione degli ostaggi in Iraq non ci sono state trattative ed è stata un'azione senza spargimento di sangue», ha sottolineato il ministro degli Esteri Franco Frattini che ha precisato: «Le forze della coalizione sono intervenute, i particolari non si possono e non si debbono rivelare»

7 giugno - Muore Ronald Reagan.Una carriera politica iniziata mentre faceva l'attore a Hollywood negli anni Quaranta, quando fu eletto presidente del sindacato attori. E' diventato simbolo di un decennio e di uno stile di vita. Dal suo nome discese la definizione di un'epoca ribattezzata, appunto, «reaganiana». Si è spento a 93 anni nella sua casa di Bel Air, presso Los Angeles, in California.

10 giugno - Addio a Ray Charles, leggenda del soul. L'interprete di «Georgia on My Mind» è morto circondato dalla famiglia e da amici. Aveva perso la vista gradualmente da bambino, a sette anni era rimasto cieco. Aveva imparato il braille, scoperto la matematica, intuito la correlazione tra matematica e musica. La sua ultima apparizione in pubblico risale al 30 aprile 2004 accanto a Clint Eastwood.

12 giugno - Amministrative: città e province, 54 al centrosinistra, 8 al Polo. L'Ulivo fa incetta di comuni e province, netta la vittoria del listone Prodi: su un totale di 93 sfide, 63 province e 30 comuni capoluogo, l'Ulivo ha vinto al primo turno in 54 casi, la Casa delle libertà in 8. In tutta Europa, invece, sconfitta senza precedenti per la maggior parte dei governi nazionali.

18 giugno - Paul Marshall Johnson, 49 anni, di Stafford nel New Jersey, ingegnere della Lockheed Martin, uno dei colossi dell'industria bellica statunitense era stato rapito 6 giorni prima. E' il terzo americano decapitato nei quasi tre anni di guerra al terrorismo decretata da Bush dopo gli attentati dell'11 settembre: prima di lui, Nick Berg e il giornalista del Wall Street Journal Daniel Pearl

3 luglio - Muore Marlon Brando ad 80 anni.Indimenticabile interprete di «Il Padrino», vincitore di due premi Oscar, era da malato tempo.

19 luglio - Cogne, 30 anni per Annamaria Franzoni.La madre del piccolo Samuele è stata giudicata colpevole e condannata a 30 anni per il delitto del figlio Samuele. Il marito Stefano Lorenzi: «E' innocente, ne sono più convinto di prima». Non andrà subito in carcere né agli arresti domiciliari.

29 luglio - Tiziano Terzani: si è fermata la giostra. Si spegne una delle voci più limpide e originali del nostro panorama letterario, un profondo conoscitore del continente asiatico e uno dei giornalisti italiani di maggior prestigio a livello internazionale. Cronista e scrittore, è stato autore di reportage e racconti tradotti in tutto il mondo e firma di punta del Corriere.

31 luglio - Luciano Liboni muore dopo una sparatoria. La fuga di Luciano «Lupo» Liboni è finita a Roma. L'assassino del carabiniere Alessandro Giorgioni è morto in ospedale a Roma a causa delle ferite riportate alla testa dopo una sparatoria con i carabinieri nella zona del Circo Massimo. Ha tentato di sfuggire alla cattura prendendo in ostaggio una famiglia di turisti francesi e puntando la pistola alla tempia di una di loro: «L'ammazzo, tanto sono morto».

13 agosto - Iniziano ufficialmente i giochi olimpici di Atene in una straordinaria scenografia alla quale si sono dedicati architetti, pittori, scultori, attori, musicisti. L'Italia porterà a casa 32 medaglie, 10 ori, 11 argenti e 11 bronzi. Ma la festa in casa greca sarà guastata dalla brutta avventura dei velocisti Costas Kenteris e Ekaterini Thanou, protagonisti di una squallida telenovela al doping.

22 agosto - Rubato "L'urlo", capolavoro d'angoscia. Un valore inestimabile: il capolavoro di Munch dieci anni fa era stato valutato 48 milioni euro. E' un pezzo estremamente difficile da piazzare, se non su commissione da parte di qualcuno che, a carissimo prezzo, voglia goderne in totale solitudine. Il dipinto del 1893 è stato rubato in pieno giorno durante le visite al Munch Museet di Oslo.


24 agosto - Russia, due disastri aerei in poche ore. Il primo aereo con 62 persone a bordo è precipitato in Russia, nella regione di Tula, a sud di Mosca, il secondo apparecchio aveva a bordo 44 persone quando è caduto nei pressi di Rostov. Anche in questa occasione si sospetta del terrorismo ceceno.

25 agosto - Berlusconi da Gheddafi, accordo sui clandestiniUna visita con la quale si avvia una collaborazione importante sul tema dell'immigrazione clandestina, per arrivare alla soluzione di un problema «che non è solo italiano e libico, ma europeo ed africano».

26 agosto - Ucciso in Iraq Enzo Baldoni. Si erano perse le tracce del giornalista free-lance italiano da due giorni, poi è arrivato il solito drammatico annuncio di Al Jazira: «I rapitori lo hanno ucciso». Il convoglio sul quale viaggiava è stato fermato dai terroristi, lui rapito e il suo autista arrestato. Giallo sulle immagini dell'esecuzione: nessuno le ha mai trasmesse perché ritenute "troppo cruente"; il corpo non è stato ancora ritrovato.

1 settembre - Denise, 4 anni, rapita a Mazara. «E' tutta colpa mia, è tutta colpa mia» la nonna della piccola Denise Pipitone non si dà pace, l'ha persa di vista per qualche minuto mentre giocava in strada e la bimba è sparita. Tra falsi allarmi, segnalazioni, manifestazioni di solidarietà la famiglia ha attivato tutti i canali possibili (anche un sito web) per ritrovare la bambina, ma della piccolina si è persa ogni traccia.

3 settembre - Beslan: spari e bombe contro i bambini. I festeggiamenti per la riaperura dell'anno scolastico nella cittadina osseta di Beslan sono diventano tragedia per il gesto di un gruppo terroristico «militare» dal credo oltranzista che si concluderà 3 giorni più tardi con la morte di 335 persone, di cui 156 bambini e ragazzi.

Baghdad: rapite due volontarie italiane
7 settembre - Due Simone, giovani volontarie dell'Organizzazione "Un ponte per", vengono rapite in Iraq. Il loro sequestro durerà 21 giorni; per la prima volta, tutte le forze politiche del Paese, maggioranza e opposizione, si uniranno in uno sforzo comune per la loro liberazione.

28 settembre - Al Jazira: «Liberate le ragazze italiane».Le due "Simone" vengono liberate dopo 21 giorni di angoscia. Fino all' ultimo momento si è temuto che le trattative si interrompessero. A riceverle Maurizio Scelli, Commissario straordinario della Croce rossa italiana. Sono ricomparse libere nella periferia della capitale irachena, vestite da musulmane tradizionali: capo e viso coperti, abiti lunghi e perfino i guanti.

7 ottobre - Strage a Taba: muoiono 2 sorelle italiane. Due esplosioni distruggono i dieci piani dell'hotel Hilton a Taba. L'attentato è rivendicato «Brigate Abdallah Al-Azzam», un gruppo appartenente alla rete terroristica di Al Qaeda. Nell'attentato perdono la vita Jessica e Sabrina Rinaudo, 2 sorelle di Cuneo in vacanza nell'albergo egiziano.

7 ottobre - Gli italiani potranno tornare in Libia. Il leader libico Gheddafi lo promette a Berlusconi in visita a Tripoli: «Chiederemo al popolo libico di consentire agli anziani italiani che sono ancora in vita di tornare dove sono nati e cresciuti». I nostri connazionali furono cacciati dal paese africano nel 1970 quando il colonnello prese il potere. Il 7 ottobre diventa anche giornata dell'amicizia tra i due Paesi.

9 ottobre - Afghanistan: elezioni storiche.Il presidente uscente Hamid Karzai ha vinto le elezioni presidenziali in Afghanistan. La commissione elettorale, l'organismo paritetico composto da rappresentanti di Onu e Afghanistan, incaricata di esaminare le prove di frodi, ha accertato un mese più tardi che ci sono state irregolarità ma che queste non hanno condizionato i risultati del voto.

14 ottobre - La Cassazione: assolto Andreotti. La Corte di Cassazione ha rigettato sia il ricorso della Procura generale di Palermo che il ricorso presentato dalla difesa di Giulio Andreotti, condannando quest'ultimo al pagamento delle spese processuali. Un verdetto arrivato dopo solo due ore di camera di consiglio durante la quale in sostanza i giudici della II sezione penale della Cassazione hanno lasciato tutto come aveva disposto la Corte d'appello di Palermo il 2 maggio del 2003.

28 ottobre - Firmata in Campidoglio la Costituzione europea. Nella sala degli Orazi e Curiazi del Campidoglio, la stessa dove nel 1957 fu firmato il Trattato della Comunità economica europea, i rappresentanti dei 25 Paesi dell'Unione hanno firmato la nuova Costituzione europea. «Una data storica» per l'Unione Europea.

2 novembre - Bush, altri quattro anni alla Casa Bianca. Alla fine John F.Kerry ha gettato la spugna. Dopo un'intera giornata vissuta sul filo di lana, il candidato democratico ha telefonato al presidente uscente George W. Bush per ammettere la sconfitta: «Le elezioni si vincono con gli elettori non con i ricorsi legali».

11 novembre - Arafat muore dopo una lunga agoniaNon c'è stato nulla da fare per il Rais. La corsa a Pairgi per farsi curare, l'agonia, gli annunci, le smentite. «Sto bene, non preoccupatevi per me» aveva detto ai giornalisti che attendevano la sua partenza davanti al suo quartier generale alla Mukata.

22 novembre - Ucraina: annullate le elezioni per brogliI risultati del ballottaggio tra Viktor Yanukovich e Viktor Yushchenko, candidati premier rispettivamente filo-russo e filo-occidentale, vengono contestati perché, come dice l'Osce, «il voto non risponde alla norme democratiche». Proteste, marce di minatori, manifestazioni e nuove elezioni - subito dopo Natale - nelle quali trionfa Yushchenko.

24 novembre - Ciampi: libero «Grazianeddu» MesinaIl bandito sardo, re dei sequestri di persona, ha appreso dalla tv dell'intenzione del Quirinale di concedergli la grazia. «Ci crederò quando mi chiameranno e mi scarcereranno» (foto Ap)

27 novembre - Ustica: c'erano altri aereiDepositate le motivazioni della sentenza con la quale la terza Corte di assise di Roma ha assolto quattro generali dell'Aeronautica accusati di aver depistato le indagini sulla strage: «l'attività del Governo fu ostacolata dalla mancata comunicazione dei risultati dell'analisi del tracciato radar Marconi, che parlava della probabile presenza di aerei non identificati nei pressi del Dc9 Itavia».

7 dicembre - Applausi per Muti e la Scala ritrovata12 minuti di applausi hanno salutato la conclusione dell'«Europa Riconosciuta» di Salieri, diretta da Riccardo Muti, che ha inaugurato la stagione della Scala nel teatro restaurato dopo 30 mesi di lavoro e di continue polemiche.

8 dicembre - Yushchenko: tentato l'avvelenamentoMichael Zimpfer, primario della clinica privata viennese dove Viktor Yushchenko, candidato premier ucraino definito "filo-occidentale" è stato ricoverato, ha detto che nel sangue e nei tessuti c'è una concentrazione di diossina di 1.000 volte superiore rispetto ai normali livelli. «Sarebbe abbastanza facile somministrare a un individuo tale quantità in una minestra».

10 dicembre - Sentenza Sme: assoluzione e prescrizione per BerlusconiI giudici hanno assolto il presidente del Consiglio dall'accusa di aver concorso ad «aggiustare» la sentenza civile Sme e gli hanno concesso le attenuanti generiche dichiarando prescritto il reato di corruzione semplice relativo al bonifico da 434 mila dollari finiti da un conto Fininvest al giudice Squillante attraverso Cesare Previti.

26 dicembre - Maremoto: è tragedia in Asia, centinaia di migliaia di morti e dispersiUna sciagura senza precedenti: una scossa sottomarina di terremoto - il quinto più forte mai registrato in tutta la Terra dal 1900 - al largo dell'isola indonesiana di Sumatra ha scatenato un maremoto che in poche ore devastato le coste e le isole di numerosi Stati dell'oceano Indiano centrale. Centinaia di migliaia le vittime sorprese dalla furia delle onde gigantesche: un terzo di loro sono bambini.


(Fonti: Ansa-Corsera-AdnKronos-varie)

31/12/2004





        
  



5+2=

Altri articoli di...

Ascoli Piceno

10/01/2020
Sicurezza stradale il bilancio annuale della Polizia Stradale (segue)
17/12/2019
È stato inaugurato Sabato 14 dicembre il "Punto Bio Ama Terra" (segue)
17/12/2019
Prefettura:"Festività natalizie, Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica" (segue)
08/12/2019
LA GUARDIA DI FINANZA "SUI CAMPI" CONTRO IL "CAPORALATO" (segue)
25/11/2019
Carlo Crivelli e il suo polittico di Sant’Emidio (segue)
19/11/2019
Piano Pluriennale 2020 - 2022 della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno (segue)
12/11/2019
Santa Maria Intervineas: la bellezza dell’essenzialità (segue)
04/11/2019
Luca Orsini, il cantautore con il basso (segue)

Cronaca e Attualità

17/06/2020
“Cin Cin”: a tavola con i vini naturali (segue)
10/01/2020
Sicurezza stradale il bilancio annuale della Polizia Stradale (segue)
21/12/2019
Autostrada, la situazione continua a degenerare (segue)
21/12/2019
La camminata in Sentina ha un doppio significato quest'anno (segue)
17/12/2019
È stato inaugurato Sabato 14 dicembre il "Punto Bio Ama Terra" (segue)
08/12/2019
LA GUARDIA DI FINANZA "SUI CAMPI" CONTRO IL "CAPORALATO" (segue)
19/11/2019
Controlli durante la "Movida"del sabato sera da parte della Guardia di Finanza (segue)
30/10/2019
Paese Alto, approvata la Ztl (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji