Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Carte di credito clonate: quattro arresti

San Benedetto del Tronto | Sei le persone coinvolte in un'operazione di Polizia internazionale partita dal commissariato di via Crispi.

di Emidio Lattanzi

Le indagini erano partite nel mese di luglio, dopo le prime denunce giunte presso gli uffici del commissariato di San Benedetto, e sono concluse nelle ultime ore, portando all'identificazione di sei persone coinvolte, quattro delle quali sono già finite dietro le sbarre.
 
Si ritorna a parlare di clonazione di bancomat e carte di credito, ed ancora una volta numerose sono le vittime del raggiro. La banda riusciva a manomettere, nottetempo, alcune apparecchiature adibite alla lettura delle carte, inserendo al loro interno dei chip dai quali successivamente venivano recuperate tutte le informazioni utili alla produzione di carte gemelle, con le quali effettuavano prelievi giornalieri in sportelli esteri (Romania, Grecia e Spagna).
 
Sei persone sono così accusate di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di frode tramite carte di pagamento contraffatte, due di loro, Jony Catalin Dumitra e Ilias Agoras sono stati arrestati a Milano, Nicolae Popa e Ilie Cucos sono stati bloccati in patria dalla Polizia greca, mentre per due rumeni Cristian Petrisor ed Elena Nita è scattata la denuncia a piede libero, i due sono infatti attualmente ricercati.
 
Fulcro dell'indagine, ribattezzata Operazione "Top Cash", il commissariato sambenedettese, che ha agito in collaborazione con la Polizia di frontiera di Ancona e con quella di Milano. Proprio a Milano sono avvenuti i primi due arresti, quelli di Dumitra e Agoras, trovati in possesso di ventiquattro "white cards" (schede bianche ancora da clonare), e due dischetti contenenti codici utili alla contraffazione di circa 2000 tessere magnetiche.
 
Una volta contraffatte le schede, i criminali si recavano all'estero per i prelievi, in modo da sfruttare l'allungamento dei tempi tecnici di trasmissione dati per poter utilizzare le carte il più a lungo possibile.
 
Visibilmente soddisfatto del lavoro dei suoi uomini il dirigente del commissariato sambenedettese Marco Fischetto: "Voglio sottolineare – ha dichiarato – come siamo riusciti a venire a capo dell'attività criminale, con delle indagini mirate scattate immediatamente dopo l'arrivo delle prime denunce".

22/12/2004





        
  



5+1=

Altri articoli di...

San Benedetto

04/10/2020
Maxi Lopez e Nocciolini regalano la prima vittoria stagionale alla Samb! (segue)
04/10/2020
Maxi Lopez e Nocciolini regalano la prima vittoria stagionale alla Samb! (segue)
10/06/2020
Samb: Serafino è il nuovo presidente! (segue)
27/01/2020
Istituto Professionale di Cupra Marittima: innovazione a tutto campo. (segue)
25/01/2020
Open Day a Cupra Marittima, al via il nuovo corso Web Community – Web Marketing (segue)
19/01/2020
GROTTAMMARE - ANCONITANA 1 - 3 (segue)
13/01/2020
SAN MARCO LORESE - GROTTAMMARE 1 - 0 (segue)
10/01/2020
UGL Medici:"Riteniamo che gli infermieri e i medici debbano essere retribuiti dalla ASUR5" (segue)

Cronaca e Attualità

17/06/2020
“Cin Cin”: a tavola con i vini naturali (segue)
10/01/2020
Sicurezza stradale il bilancio annuale della Polizia Stradale (segue)
21/12/2019
Autostrada, la situazione continua a degenerare (segue)
21/12/2019
La camminata in Sentina ha un doppio significato quest'anno (segue)
17/12/2019
È stato inaugurato Sabato 14 dicembre il "Punto Bio Ama Terra" (segue)
08/12/2019
LA GUARDIA DI FINANZA "SUI CAMPI" CONTRO IL "CAPORALATO" (segue)
19/11/2019
Controlli durante la "Movida"del sabato sera da parte della Guardia di Finanza (segue)
30/10/2019
Paese Alto, approvata la Ztl (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji