Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Sequestrati 5 tonnellate di pesce azzurro per violazione alle norme igienico sanitarie

San Benedetto del Tronto | L'operazione condotta dalla Squadriglia Navale della Guardia di Finanza

La Squadriglia Navale della Guardia di Finanza di San Benedetto del Tronto Sequestra 5 tonnellate di pesce azzurro per violazione alle norme igienico sanitarie
 
Il giorno 13 dicembre 2004 il militari del Comando Squadriglia Navale della Guardia di Finanza di San Benedetto del Tronto, che opera alle dipendenze del Reparto Operativo AeroNavale di Ancona, in prosecuzione dell’attività di servizio mirata a cogliere in flagranza persone intente ad acquistare direttamente dalle barche da pesca il prodotto ittico appena sbarcato al fine di destinarlo direttamente a commercianti operanti sul mercato locale e non, senza quindi passare per il mercato ittico e senza ottemperare al prescritta visita sanitaria che viene ivi eseguita ad opera del servizio veterinario della ASL territoriale, operava il sequestro di circa 5.000 kg. di pesce azzurro e la segnalazione all’autorità competente dei responsabili.

Il servizio scaturiva da un controllo nei confronti di due mezzi di trasporti diretti entrambi fuori regione e carichi di pesce azzurro; dalle indagini immediate le fiamme gialle appuravano che il prodotto ittico proveniva da un motopesca autorizzato al traino pelagico ed appartenente ad altro compartimento marittimo che aveva appena sbarcato l’ingente quantitativo di pesce nel porto di San Benedetto del Tronto, commercializzandolo senza sottotorlo ai prescritti controlli sanitari che ne accertano l’idoneità al consumo umano.

In questo caso venivano segnalati alle competenti autorità sia le ditte acquirenti che come detto hanno sede in altre regioni, sia il responsabile del motopeschereccio. Come noto le sanzioni per questo tipo di violazioni sono alquanto pesanti in quanto si aggirano sui diecimila euro per ciascun responsabile.
 
Detto intervento giunge in coda ad altri precedenti ed analoghi servizi  diretti alla tutela del consumatore finale che hanno portato già all’ accertamento di cinque violazioni dello stesso tipo, nonché all’accertamento di altre violazioni di natura igienico sanitaria riconducibili alle inadeguate caratteristiche dei mezzi usati per i trasporti.

L’attività in argomento ha parimenti consentito, a parere degli addetti al settore, un regolare conferimento del prodotto ittico a visita sanitaria ed un notevole incremento, stimato intorno all’80%, di pesce commercializzato attraverso la locale struttura comunale dell’asta, andando ad incidere fiscalmente anche sul fenomeno della commercializzazione in nero del pescato

14/12/2004





        
  



4+3=

Altri articoli di...

San Benedetto

12/10/2022
Studenti omaggiano il Milite Ignoto (segue)
10/06/2020
Samb: Serafino è il nuovo presidente! (segue)
27/01/2020
Istituto Professionale di Cupra Marittima: innovazione a tutto campo. (segue)
25/01/2020
Open Day a Cupra Marittima, al via il nuovo corso Web Community – Web Marketing (segue)
19/01/2020
GROTTAMMARE - ANCONITANA 1 - 3 (segue)
13/01/2020
SAN MARCO LORESE - GROTTAMMARE 1 - 0 (segue)
10/01/2020
UGL Medici:"Riteniamo che gli infermieri e i medici debbano essere retribuiti dalla ASUR5" (segue)
10/01/2020
Premiato il cortometraggio intitolato "Sogni di Rinascita- Sibillini nel cuore" (segue)

Cronaca e Attualità

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
15/11/2022
800.000 euro per le scuole (segue)
14/11/2022
Terremoto: subito prevenzione civile e transizione digitale (segue)
14/11/2022
Tre milioni di persone soffrono di disturbi dell’alimentazione e della nutrizione (segue)
14/11/2022
Il presidente di Bros Manifatture riceve il premio alla carriera "Hall of Fame/Founders Award" (segue)
31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
27/10/2022
A Cartoceto, nelle ‘fosse dell’abbondanza’ per il rituale d’autunno della sfossatura (segue)
27/10/2022
Il Comune pulisce i fossi Rio Petronilla e via Galilei (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji