Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Legambiente mette in mostra le oasi di protezione faunistica

| ANCONA - Sono gestite in collaborazione con la provincia di Macerata e novita' di quest'anno: la presenza dello sportello "Salute&Gusto"

Si è alzato oggi il sipario sulla II edizione di "Eco&Equo", la mostra mercato dei prodotti ecosostenibili ed equosolidali. Per Legambiente, presente all'interno della fiera con 2 ricchi stand, l'occasione per rilanciare tutte le campagne storiche, ma ancor di più per presentare i nuovi progetti e le iniziative promosse dall'associazione nel territorio.

Nell'ampio spazio istituzionale di Legambiente Marche infatti, sono in mostra le Oasi di protezione faunistica di Polverina (MC) e San Vito Arcofiato (MC), entrambe gestite da Legambiente in collaborazione con l'associazione Propolverina, attraverso una convenzione con la Provincia di Macerata.

Un'esposizione di ben 8 pannelli esplicativo-didattici che, grazie alle notevoli dimensioni e alla suggestione delle immagini ritratte, restituiscono esattamente l'incanto dei tratti tipici sia dell'ambiente lacustre e fluviale di Polverina che dell'alta collina marchigiana di San Vito Arcofiato con alternanza di boschi e paesaggi agricoli tradizionali. Dall'istituzione delle Oasi e dopo le attività di monitoraggio delle specie condotte negli ultimi anni, la presenza a Eco&Equo di questi pannelli pressoché in anteprima assoluta (prima cioè che gli stessi vengano effettivamente installati all'interno delle Oasi) rappresenta un altro passo in avanti verso la valorizzazione e la visibilità sempre maggiore di questi luoghi incantevoli, ricchi di fauna, flora e testimonianze storiche, assolutamente da visitare.

A fianco dello spazio istituzionale, una delle più interessanti novità di quest'anno è rappresentata anche dalla presenza di "Salute&Gusto", lo sportello dedicato alla sicurezza alimentare, realizzato dal Movimento Difesa del Cittadino e Legambiente, che vedrà la responsabile Germana Perella distribuire materiale informativo e fornire delucidazioni su questioni che vanno da come si legge un'etichetta  a  cosa s'intende per biologico, dall'insidia degli organismi OGM agli acquisti consapevoli, perché i consumi alimentari e l'agricoltura non rappresentano soltanto una parte importante della tutela della salute, ma anche dell'ambiente, della nostra cultura e dell'identità collettiva.  Inoltre, in linea con l'attenzione che Legambiente riserva da sempre ai progetti di cooperazione e solidarietà internazionale, ospiterà con piacere all'interno del proprio stand lo spazio del C.I.F.A. ONLUS (Centro internazionale per l'Infanzia e la famiglia),ente autorizzato all'adozione internazionale.

08/10/2004





        
  



2+3=

Altri articoli di...

Fuori provincia

14/11/2022
Terremoto: subito prevenzione civile e transizione digitale (segue)
14/11/2022
Il presidente di Bros Manifatture riceve il premio alla carriera "Hall of Fame/Founders Award" (segue)
02/11/2022
Glocal 2022: dove i giovani diventano protagonisti del giornalismo (segue)
02/11/2022
Sisma 2016: approvati 15 mila contributi per 4.8 miliardi (segue)
27/10/2022
A Cartoceto, nelle ‘fosse dell’abbondanza’ per il rituale d’autunno della sfossatura (segue)
27/10/2022
Il Comune pulisce i fossi Rio Petronilla e via Galilei (segue)
27/10/2022
TEDxFermo sorprende a FermHamente (segue)
23/10/2022
A RisorgiMarche il Premio "Cultura in Verde" (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji