Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

A settembre Unicam ospiterà due importanti workshop sul design

Camerino | Il workshop si terrà dal 7 al 18 settembre e sarà a cura di Felice Ragazzo.

Si concluderà a Camerino con l’avvio di due workshop, che si terranno presso il Polo Informatico dell’Ateneo, l’attività del Master Internazionale in “Design e Management per sistemi di prodotti destinati allo spazio domestico” realizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” e le Università di Buenos Aires (Argentina), Montevideo (Uruguay), Cattolica N. S. de Asuncion (Paraguay) e la Federazione dell’Industria dello Stato di S. Paolo del Brasile.
 
Obiettivo del workshop su “Design dell’oggetto in legno microlamellare. Tecnica del compensato curvato a geometri sferica Reholz”, che si terrà dal 7 al 18 settembre a cura di Felice Ragazzo, è quello di far conoscere le nuove possibilità creative che derivano dall’uso di questo nuovo materiale, stimolando proposte progettuali innovative nel campo degli oggetti domestici e d’uso personale e consentendo al progettista di spaziare nel campo di geometrie più complesse rispetto al ristretto ambito delle forme a matrice cilindrica.

Lo scenario di riferimento del secondo Workshop “About leather - La nuova pelle delle cose”, che si terrà dal 27 settembre all’8 ottobre a cura di Giuseppe Losco, è invece legato agli oggetti che grazie all’utilizzo della pelle sono capaci di costruire un particolare rapporto semantico-sensoriale con l’utente. Oggi le avanzate tecnologie di lavorazione regalano a questa materia nuove possibilità di significati (per i colori, le finiture, le texture) e nuova sostenibilità (per i processi di lavorazione, per la durata/modificazione, per la riciclabilità).

Il Workshop intende offrire un’esperienza completa a partire dall’acquisizione profonda del settore merceologico, delle tecnologie produttive, delle esperienze progettuali di aziende come la Poltrona Frau e Tod’s Group, e designer leader in questo particolare ambito produttivo.
 
Nell’ambito dei due incontri saranno infine affrontate specifiche esperienze di progettazione in collaborazione con aziende, in modo da ripercorrere l’intero processo che porta alla collocazione sul mercato di un prodotto o di un sistema di prodotti: definizione del brief, progettazione, ingegnerizzazione, prototipizzazione, processo di produzione, azioni di marketing, uso e ciclo di vita fino alla dismissione.
 
Ai due workshop che si svolgeranno in forma di lezioni, esperienze e sperimentazioni, potranno partecipare, oltre ai 14 studenti selezionati del Master e provenienti dai paesi del Mercosur (Argentina, Uruguay, Paraguay e Brasile), anche altri studenti o personale tecnico interessato alle due iniziative.
 
Maggiori informazioni e notizie sono disponibili sul sito dell’Università di Camerino http//www.unicam.it.

06/09/2004





        
  



4+2=

Altri articoli di...

Cronaca e Attualità

15/09/2004
La Comunità montana cambia 'patto' (segue)
14/09/2004
Internazionali di canoa sul 'Caccamo' (segue)
10/09/2004
Strage in Ossezia (segue)
09/09/2004
Sicurezza stradale: La Provincia avvia il progetto, 1° classificato nelle Marche (segue)
09/09/2004
Soccorso alpino: a Pioraco la festa per i 50 anni del Corpo Nazionale (segue)
08/09/2004
Impianti sciistici Monti Sibillini (segue)
08/09/2004
II° Congresso Nazionale della Societa’ Italiana Alimentazione e Sport (segue)
06/09/2004
Corso per l’idoneità fisiologica all’assaggio dell’olio di oliva (segue)

Macerata e provincia

05/11/2004
Orti per anziani, domande entro il 30 novembre (segue)
27/10/2004
Consiglio provinciale: insediata la commissione “lavori pubblici” (segue)
15/09/2004
La Comunità montana cambia 'patto' (segue)
14/09/2004
Serrapetrona porta i 'colori' della canoa (segue)
14/09/2004
Internazionali di canoa sul 'Caccamo' (segue)
13/09/2004
ALDO – Attività, Laboratori, Didattica, Orientamenti (segue)
13/09/2004
Strada Forcella, opera di messa in sicurezza della parete rocciosa (segue)
13/09/2004
Prima rassegna internazionale di arte vivente (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji