Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Paese Alto: Comitato riconfermato, la Logiacco fa il pieno di voti

San Benedetto del Tronto | Elezioni con altissima affluenza alle urne, quarto mandato per il presidente

di Giovanni Desideri

Patrizia Logiacco e il vertice del consiglio del Comitato di quartiere del Paese Alto sono stati riconfermati nel corso delle elezioni che si sono tenute oggi (domenica 21 marzo). La Logiacco è stata la più votata tra i candidati con 183 voti. Sono state elezioni caratterizzate dalle polemiche, ma anche da un'altissima affluenza alle urne: 653 votanti, circa il doppio rispetto alle precedenti elezioni, nel 2001.

La commissione di seggio (presieduta dal difensore civico del Comune di San Benedetto del Tronto, avv. Luca Cossignani e dagli scrutatori Cameli, D'Angelo, Emili, Liberati, Merlettini, Giuliani, Giurgola, Lanciotti) ha completato il suo lavoro intorno alle 22. Sede delle votazioni era la scuola Castello, una specie di saluto del quartiere, prima che venga dismessa e venduta ai privati, come deciso dall'Amministrazione.

"Non posso che essere grata a tutto il quartiere, ha commentato la Logiacco. Evidentemente è stato apprezzato il lavoro svolto dal gruppo uscente nel corso di nove anni. Il quartiere è venuto a votare numeroso e compatto. Riteniamo che anche l'alta affluenza alle urne rappresenti un giudizio positivo nei confronti del nostro operato. Di questo non possiamo che essere soddisfatti".

Dei tredici consiglieri uscenti si erano ripresentati in sei e di questi quattro sono stati confermati: oltre alla Logiacco, Giuseppe Pignotti (già vice presidente), Gianfranco Balestra (tesoriere) e Andrea Camela. Giuseppe Carucci (appena 2 voti) e Sesto Mannocchi (50) sono invece rimasti fuori. Tredicesimo eletto (rispetto ai due per ognuna delle sei zone in cui il quartiere è stato diviso) è risultato Piero Galiè della zona Bernini, con 61 preferenze.

Gli eletti: nella zona Bernini Patrizia Logiacco con 183 voti e Mariano Straccia con 112; nella zona Carnia Gianfranco Balestra con 60 voti e Sandro Girolami con 99; nella zona Castello Renzo Pellei con 108 voti e Giuseppe Rivosecchi con 90; nella zona Manara Giuseppe Pignotti con 33 voti e Enzo Ubaldi con 44 voti; nella zona Marinuccia Vittorio Pierazzoli con 166 voti e Ginevra Pezzuoli con 109; nella zona Saffi-Bruglia Andrea Camela con 65 voti e Valeriano Piattoni con 38.

Se è apparsa netta la contrapposizione del quartiere in due schieramenti, ognuno con propri candidati, altrettanto netta è apparsa come detto la conferma del "gruppo Logiacco", che prevale con 9 consiglieri contro 4 (Logiacco, Straccia, Balestra, Rivosecchi, Pignotti, Pierazzoli, Pezzuoli, Camela e Piattoni Vs Galiè, Girolami, Pellei, Ubaldi).

21/03/2004





        
  



1+4=

Altri articoli di...

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji