Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Montegranaro Calcio:Isidori, Della Valle e Farabollini per allontanare la crisi.

Montegranaro | Priori nega un rigore agli ospiti sullo zero a zero.

di Paolo Gaudenzi

Una risposta d'orgoglio per  una reazione doverosa passante per un risultato rotondo. Questo è in sintesi ciò che si è manifestato sabato scorso allo stadio "La Croce" di Montegranaro, dove gli uomini di casa erano tassativamente chiamati a far loro la posta in palio per abbattere quel trend negativo lesivo sia per la classifica che per il morale.

A farne le spese una Filottranese che, se pur fanalino di coda, ha lottato dimostrando di non meritare l'attuale posizione di classifica, soprattutto nel primo tempo quando a far da protagonisti erano i due Strappini (Simone e Stefano, regista e seconda punta) ed il centravanti Fava, ottimo punto di riferimento in avanti, abile nel destreggiarsi in area avversaria.

Ed è stato proprio quest'ultimo a procurarsi, sullo zero a zero, il calcio di rigore per atterramento di Magrini, che se capitalizzato, avrebbe sicuramente impostato la gara su un altro canovaccio.

Invece Priori, intuendo la traiettoria, respingeva salvando il risultato e riscattando se stesso dopo la cosiddetta "papera"di sette giorni prima.

Da qui in poi inizia il vero match del Montegranaro Calcio, spronato dall'accaduto, e più ordinato nell'imbastire i temi offensivi, di contro cominciavano ad evidenziarsi i limiti, più caratteriali che tecnici, di una Filottranese che senz'altro aveva accusato il colpo del rigore fallito, e non trovava capacità di reazione.

La gran mole di gioco si capitalizzava, nel corso della gara, con i gol di Isidori prima (diagonale basso sul secondo palo), Della Valle (che approfittava di un'indecisione collettiva della difesa ospite) e Farabollini che lasciava partire una rasoiata da fuori area al volo, approfittando di un errato rinvio di Maceratesi, insaccando per un gol degno di categorie superiori.

Vittoria netta dunque, ma conquistata a fatica contro un avversario che nel corso dei  90 minuti ha dimostrato di non meritare l'ultimo posto in graduatoria.

Venturini, che non si è lasciato andare a nessun entusiasmo a fine gara, predica concentrazione in vista della prossima trasferta contro la Cuprense.

Poi attenderemo tutti la capolista Civitanovese, consapevoli di aver conservato ancora una volta l'imbattibilità interna.

25/02/2004





        
  



1+1=

Altri articoli di...

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji