Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Il Consorzio Agrario aderisce al progetto "Airone"

Ascoli Piceno | Un'iniziativa volta a rilanciare il grano piceno e a far crescere le imprese della provincia.

Rilanciare il grano piceno, rafforzare la posizione degli imprenditori dinanzi alla grande industria e salvaguardare il futuro di un settore che, nella nostra provincia, conta oggi una produzione di 700mila quintali, con oltre 120mila ettari coltivati.

E' con questi obiettivi che il Consorzio Agrario Piceno ha dato la sua adesione ad "Airone", il progetto di valorizzazione dei cereali nostrani promosso da una serie di associazioni, tra cui Coldiretti Marche.

"Un'iniziativa importante che deve partire da una campagna di sensibilizzazione degli stessi imprenditori, i primi a beneficiare degli effetti di questo progetto - spiega il presidente del Cap, Giuseppe Mannocchi -. I problemi che affliggono oggi il settore dipendono da una serie di situazioni, come il numero eccessivo delle varietà coltivate, la difficoltà ad assicurare una qualità costante dei cereali e, immediata conseguenza, lo scarso potere contrattuale delle nostre aziende nei confronti della grande industria, la quale ne approfitta per acquistare all'estero, a costi più contenuti."

"Puntare su poche varietà, ma di pregio, e dare un'identità ben precisa al nostro prodotto - prosegue Mannocchi -  contribuirà a risollevare il comparto cerealicolo, magari con la realizzazione di un marchio, che qualifichi ulteriormente il grano piceno, rendendolo riconoscibile, anche in un'ottica di maggior trasparenza nei confronti del consumatore. Al tempo stesso bisognerà entrare a fondo nel discorso della filiera, con accordi con la grande industria".

30/09/2003





        
  



2+2=

Altri articoli di...

Ascoli Piceno

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
15/11/2022
800.000 euro per le scuole (segue)
14/11/2022
Tre milioni di persone soffrono di disturbi dell’alimentazione e della nutrizione (segue)
31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
28/10/2022
Zero Sprechi, al via un progetto per la lotta agli sprechi alimentari (segue)
26/10/2022
Il recupero della memoria collettiva (segue)
26/10/2022
Giostra della Quintana di Ascoli Piceno (segue)
26/10/2022
Tribuna presso lo Stadio “Cino e Lillo del Duca” (segue)

Cronaca e Attualità

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
15/11/2022
800.000 euro per le scuole (segue)
14/11/2022
Terremoto: subito prevenzione civile e transizione digitale (segue)
14/11/2022
Tre milioni di persone soffrono di disturbi dell’alimentazione e della nutrizione (segue)
14/11/2022
Il presidente di Bros Manifatture riceve il premio alla carriera "Hall of Fame/Founders Award" (segue)
31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
27/10/2022
A Cartoceto, nelle ‘fosse dell’abbondanza’ per il rituale d’autunno della sfossatura (segue)
27/10/2022
Il Comune pulisce i fossi Rio Petronilla e via Galilei (segue)

Economia e Lavoro

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
02/11/2022
Glocal 2022: dove i giovani diventano protagonisti del giornalismo (segue)
02/11/2022
Sisma 2016: approvati 15 mila contributi per 4.8 miliardi (segue)
28/10/2022
Zero Sprechi, al via un progetto per la lotta agli sprechi alimentari (segue)
27/10/2022
A Cartoceto, nelle ‘fosse dell’abbondanza’ per il rituale d’autunno della sfossatura (segue)
26/10/2022
Tribuna presso lo Stadio “Cino e Lillo del Duca” (segue)
24/10/2022
Premi di studio della Banca del Piceno a 59 giovani (segue)
24/10/2022
Clinica Villa dei Pini: arriva l’innovativa Risonanza magnetica (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji