Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Un grande Coleman ha illuminato Offida

Offida | Grande performance in Piazza del Popolo.

di Alberto Premici

Ieri sera l'atteso concerto del drummer Tony Coleman (nel 98' miglior batterista blues e r&b degli Stati Uniti), ha superato ogni più florida aspettativa.

Nell'ambito della storica sagra del Chichripieno organizzata dalla Pro Loco Offida, giunta ormai alla XXXVI edizione, quest'anno, dopo un pomeriggio tra gastronomia e vini locali, è stato organizzato un concerto della band del grande batterista

L'evento ha richiamato molto pubblico tra il quale ho potuto incontrare alcuni musicisti della provincia, anche loro richiamati dal noto artista. Il concerto, gratuito, inizia senza tanti preamboli e dalle prime battute si viene subito avvolti da un sound deciso, giusto, coinvolgente. Il pubblico rimane affascinato dall'istrionico Tony che, all'impeccabile tecnica strmentale, unisce una simpatia ed un carisma incredibili.

In certi momenti sembrava il clone di sua maestà B.B.King, dal quale Coleman, suo batterista per 12 lunghissimi anni e simile nell'aspetto, ha preso gestualità, timbro vocale ed approccio con il pubblico. A tratti l'ho immaginato sostegno ritmico del mito James Brown e dei tanti altri artisti di r&b con i quali ha lavorato: Buddy Guy, Albert King, Ike Turner, Albert Collins, Otis Clay, Charlie Musselwhite, Etta James, Katie Webster, James Cotton, Bobby Bland, Lucky Peterson....

Grandi i musicisti che lo accompagnano nel tour italiano, in particolare il giovane chitarrista. Durante tutto il concerto nessun effetto particolare, nessun cambio di strumenti e tempi giusti per gli assoli di ciascun musicista, nel rispetto di un disciplinare non scritto tra i bluesman di tutto il mondo.

Coleman si muoveva sul palco con gran disinvoltura dispensando saluti e parole d'affetto a tutti per l'accoglienza, soprattutto dopo che i bravi organizzatori hanno voluto simpaticamente interrompere il concerto ed offrire all'artista una torta per il suo compleanno; lui ha ricambiato con un assolo di valore assoluto, dalla tecnica affinata e di grande energia. I volti di stupore nella centrale Piazza del Popolo erano molti; forse un batterista così non l'avevano mai potuto ascoltare o credevano che tali funamboliche performance non fossero possibili.

Soddisfatti a ragione i ragazzi della Pro-Loco ai quali va l'intero merito di tanto successo, soprattutto per la scelta fatta e la tempestività nel contattare l'artista. Una bella serata, un bel concerto, un grande artista, un pubblico attento e coinvolto, nessun problema. Se si potesse continuare così...

11/08/2003





        
  



4+4=

Altri articoli di...

Ascoli Piceno

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
15/11/2022
800.000 euro per le scuole (segue)
14/11/2022
Tre milioni di persone soffrono di disturbi dell’alimentazione e della nutrizione (segue)
31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
28/10/2022
Zero Sprechi, al via un progetto per la lotta agli sprechi alimentari (segue)
26/10/2022
Il recupero della memoria collettiva (segue)
26/10/2022
Giostra della Quintana di Ascoli Piceno (segue)
26/10/2022
Tribuna presso lo Stadio “Cino e Lillo del Duca” (segue)

Cultura e Spettacolo

31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
27/10/2022
TEDxFermo sorprende a FermHamente (segue)
27/10/2022
53 anni di Macerata Jazz (segue)
26/10/2022
Il recupero della memoria collettiva (segue)
26/10/2022
Giostra della Quintana di Ascoli Piceno (segue)
23/10/2022
A RisorgiMarche il Premio "Cultura in Verde" (segue)
22/10/2022
Porto San Giorgio torna a gareggiare al Palio dei Comuni (segue)
20/10/2022
La Nuova Barberia Carloni apre un tris di spettacoli (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji