Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Si è svolto il giuramento delle oltre 400 reclute

Ascoli Piceno | I volontari del 5° concorso ordinario ed i volontari in ferma annuale del 3° blocco hanno prestato Giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana.

di Mauro Giorgi

Si è svolta ieri 24 Maggio 2003, in concomitanza con la festa nazionale della fanteria, la cerimonia di giuramento delle oltre 400 reclute facenti parte del 235° Reggimento piceno.
Le 3 Compagnie dei VFB (Volontari del 5° concorso ordinario), divise in altrettanti plotoni ad eccezione della terza in cui vi era aggregato un 4 plotone di VFA (Volontari in ferma annuale del 3° blocco), hanno prestato giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana davanti alle associazioni combattentistiche e d'arma, il comandante del 235° Reggimento piceno Jean Claud Ritacca, il Maggior Generale Angelo Dello Monaco comandante della scuola sottufficiali dell'esercito in Viterbo, le autorità civili con a capo il sindaco Piero Celani, le autorità istituzionali, i gonfaloni della provincia e del comune di Ascoli Piceno decorati con la medaglia d'Oro ed infine la vedova Clementi, sorella della Medaglia d'Oro Emidio Clementi a cui è intitolato il distretto.

Dopo aver chiamato a sé la bandiera, il comandante di Reggimento ha ricordato alle reclute che il giuramento, oltre ad essere un momento di festa, di gioia e di grande soddisfazione, è un istante solenne per un soldato:

“Desidero esprimere i più graditi ringraziamenti a tutte le autorità civili, e non, per aver dimostrato, ancora una volta, grande sensibilità nei nostri confronti – dichiara il comandante Ritacca – Siamo orgogliosi, prosegue, che il nostro Reggimento sia parte integrante della città. Quanto a voi, (riferito alle reclute), siate l'energia forte e vitale di cui l'Italia ha bisogno”.

Successivamente al giuramento dei militari, in cui gli stessi hanno cantano l'inno di Mameli, il discorso del Maggior Generale Angelo Dello Monaco:
“Mi associo ai ringraziamenti fatti precedentemente dal comandante Ritacca – dichiara il Maggior Generale Dello Monaco –Voglio prestare un pensiero ed un ringraziamento particolare alla vostra città, con il sindaco Celani in primis, poiché sono entusiasta di come venga presa in considerazione “l'Arma” da queste parti. Sono veramente stupefatto, prosegue, nel vedere questa simbiosi particolare fra Ascoli e i suoi soldati”.

Il comandante della scuola sottufficiali dell'esercito in Viterbo si è rivolto, successivamente, ai protagonisti della cerimonia:
“Oggi più che mai questo impegno richiede senso del dovere, spirito di sacrificio e competenza dei ruoli. Ricordatevi, aggiunge, che i 9000 soldati impegnati per missioni umanitarie e di pace, oltre ad avere un'importanza fondamentale per lo stato Italiano, hanno la stessa valenza qualunque sia il grado o le competenze ricoperte”.

Non potevamo esimerci dalle dichiarazioni a caldo del sindaco di Ascoli Piceno Piero Celani:
“Mi ha fatto piacere, a nome dell'Amministrazione Comunale, ricevere i complimenti dal Maggior Generale Angelo Dello Monaco e dal comandante Ritacca. C'è il rischio, prosegue, che questa grande risorsa, avente l'apice negli anni '70, sia “smantellata” dagli attuali “smembramenti” delle forze armate. Dopo aver firmato un protocollo d'intesa, prosegue, siamo pronti ad ospitare questi giovani offrendogli tutto il patrimonio che la città possiede.
Il nostro scopo, conclude, è quello di elargire a questi militari le stesse opportunità che diamo ai turisti”.

24/05/2003





        
  



4+3=

Altri articoli di...

Ascoli Piceno

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
15/11/2022
800.000 euro per le scuole (segue)
14/11/2022
Tre milioni di persone soffrono di disturbi dell’alimentazione e della nutrizione (segue)
31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
28/10/2022
Zero Sprechi, al via un progetto per la lotta agli sprechi alimentari (segue)
26/10/2022
Il recupero della memoria collettiva (segue)
26/10/2022
Giostra della Quintana di Ascoli Piceno (segue)
26/10/2022
Tribuna presso lo Stadio “Cino e Lillo del Duca” (segue)

Cronaca e Attualità

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
15/11/2022
800.000 euro per le scuole (segue)
14/11/2022
Terremoto: subito prevenzione civile e transizione digitale (segue)
14/11/2022
Tre milioni di persone soffrono di disturbi dell’alimentazione e della nutrizione (segue)
14/11/2022
Il presidente di Bros Manifatture riceve il premio alla carriera "Hall of Fame/Founders Award" (segue)
31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
27/10/2022
A Cartoceto, nelle ‘fosse dell’abbondanza’ per il rituale d’autunno della sfossatura (segue)
27/10/2022
Il Comune pulisce i fossi Rio Petronilla e via Galilei (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji