Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Cecere: "Cittadini, aiutate di più le forze dell'ordine"

| ASCOLI PICENO - Il Questore di Ascoli lancia un appello alla cittadinanza a collaborare ancora di più nella prevenzione dei reati. Il Bilancio dell'attività dell'ultimo anno e la "piaga" della violenza negli stadi.

di Peppe Ercoli

"Sta andando bene l'esperimento del poliziotto di quartiere, ma i cittadini devono collaborare di più". E' quanto ha detto stamane il Questore di Ascoli Stefano Cecere nel corso di una conferenza stampa alla vigilia della Festa della Polizia che verrà celebrata domani nel capoluogo piceno.

Riferendosi alla prevenzione, Cecere ha sottolineato l'efficacia della collaborazione con i Carabinieri nel controllo del capoluogo diviso in due zone. Auspica però una cultura anglosassone con i cittadini che tifano per le forze dell'ordine che operano nel territorio. "In tutto sono 10 tra poliziotti e carabiniere di quartiere e da soli nono possono fare miracoli; ecco perché è importante che la gente abbia sempre più fiducia in loro e li aiuti". Sul fronte della repressione dei reati Cecere ha sottolineato che la provincia di Ascoli "non ha problemi di criminalità "interna", ma è toccata da formazioni malavitose di importazione, sia stanziali sia di transito" ed ha citato in questo contesto diverse operazioni tra cui quella che recentemente ha portato all'arresto di diversi albanesi che a San Benedetto avevano rapito un connazionale minorenne per estorcere denaro ad uno suo amico, anch'egli albanese.

Intenso il lavoro sul fronte dell'immigrazione con la popolazione straniera "regolare" che negli ultimi due anni è arrivata a quota 10.567 unità (+40%). Sono state 3.341 le istanze di sanatoria presentate e l'ufficio stranieri ha già espletato la metà delle pratiche: entro giugno saranno evase tutte. Fondamentale - ha sottolinea Cecere - è stato aprire uno sportello polivalente a Fermo ed uno in Prefettura; un esempio unico in Italia.

Amara, invece, la considerazione del Questore sull'ordine pubblico riferito alle partite di calcio di Ascoli, Sambenedettese e Fermana. "Fin qui abbiamo già "speso" 4.845 giornate di lavoro di agenti, sottartti quindi ad altri uffici: un numero enorme se pensiamo che stiamo parlando di uno spettacolo. Un fenomeno, quello della violenza degli stadi, che non può però riguardare solo forze dell'ordine e ultrà, ma l'intera provincia, le gente, le famiglie, la scuola e le istituzioni". Cecere si è detto dispiaciuto per le critiche rivolte agli agenti accusati di aver avuto la "mano pesante" in occasione del dopo partita di Samb-Teramo. "Ribadisco che chi ha sbagliato pagherà, ma tengo a sottolineare che siamo padri di famiglia e non andiamo al lavoro per picchiare. Nessuno si è preso la briga in quella circostanza di dire chi ha cominciato, ma siamo stati criticati per due settimane, soprattutto dalla stampa, e non lo trovo giusto".

Il Questore ha concluso la conferenza stampa riferendo che continua la cacia a coloro che alla fine del 2002 hanno inviato alla Questura due lettere bomba.

11/04/2003





        
  



3+5=

Altri articoli di...

Ascoli Piceno

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
15/11/2022
800.000 euro per le scuole (segue)
14/11/2022
Tre milioni di persone soffrono di disturbi dell’alimentazione e della nutrizione (segue)
31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
28/10/2022
Zero Sprechi, al via un progetto per la lotta agli sprechi alimentari (segue)
26/10/2022
Il recupero della memoria collettiva (segue)
26/10/2022
Giostra della Quintana di Ascoli Piceno (segue)
26/10/2022
Tribuna presso lo Stadio “Cino e Lillo del Duca” (segue)

Cronaca e Attualità

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
15/11/2022
800.000 euro per le scuole (segue)
14/11/2022
Terremoto: subito prevenzione civile e transizione digitale (segue)
14/11/2022
Tre milioni di persone soffrono di disturbi dell’alimentazione e della nutrizione (segue)
14/11/2022
Il presidente di Bros Manifatture riceve il premio alla carriera "Hall of Fame/Founders Award" (segue)
31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
27/10/2022
A Cartoceto, nelle ‘fosse dell’abbondanza’ per il rituale d’autunno della sfossatura (segue)
27/10/2022
Il Comune pulisce i fossi Rio Petronilla e via Galilei (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji