Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Un progetto comunitario per la prevenzione dai rischi sismici

| L'Umbria comune capofila del progetto "Sisma".

di Alberto Premici

Si chiama "Sisma" il progetto che ha come scopo la ricerca e la prevenzione dei rischi derivanti dai terremoti, eventi che negli ulimi 60 anni hanno con una preoccupante cadenza, colpito più o meno violentemente il centro della penisola.

Lo studio sarà particolarmente scrupoloso al fine di cercare soluzioni per i centri storici, numerosissimi e ricchi di storia e monumenti ma con impianti urbanistici medioevali, problema questo limitativo per quanto riguarda l'organizzazione di rapide evacuazioni della popolazione colpita.

A Perugia si è svolto un incontro programmatico con le altre realtà coinvolte al progetto quali Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, la Grecia (Atene, Peloponnesso ed il Comune di Homeroupolis), la Slovenia e la Slovacchia. A ciascuno dei partners verranno affidati settori di ricerca e monitoraggio del territorio, al fine di conoscerne ogni nozione geotecnica, urbanistica e lo stato attuale della prevenzione sismica. I risultati di questo lavoro d'equipe, dopo la conclusione del periodo di analisi, previsto per la fine del 2006, verranno resi noti un un apposito convengno promosso dalla Regione Umbria e dal quale scaturiranno le linee guida per una nuova metodologia di prevenzione, soluzione e riduzione dei danni prodotti da eventi sismici di rilievo.

L'Umbria stessa sembra non uscire dall'incubo di nuovi eventi tellurici; proprio di recente, il 22 giugno 2004, alle 14.17 la terra ha tremato di nuovo, coinvolgendo parte di Toscana e Marche. La scossa è stata del VI grado della scala Mercalli, con magnitudo 4,2 Richter, localizzata tra Umbertide, Montone, Pietralunga e Gubbio.

Molte le zone continuamente a rischio nella nostra regione in particolare nell' ascolano, l'alto pesarese ed anconetanto, soprattutto nelle fasce di media ed alta collina. Solo attraverso lo studio combitato delle cause, degli effetti e della statistica, potranno essere predisposti piani di intervento limitativi dei danni alle abitazioni ed organizzare un efficente sistema di emergenza e soccorso in sinergia con la Protezione Civile.

14/09/2004





        
  



1+3=

Altri articoli di...

Fuori provincia

15/01/2020
Le Marche terra di teatri (segue)
28/12/2019
Le Marche terra di presepi (segue)
08/12/2019
VIA LIBERA AL PIANO PER LA DIFESA DELLA COSTA (segue)
23/08/2019
La fine per gli Amici del Teatro Fermano (segue)
17/08/2019
Il 20 agosto a Roccaraso Valeria Di Felice presenta “Il battente della felicità” (segue)
14/07/2019
Cabaret amoremio! sta per entrare nel vivo (segue)
29/06/2019
OPERAZIONE "RAIL ACTION DAY-ACTIVE SHIELD" NELLE MARCHE, L'UMBRIA E L'ABRUZZO (segue)
13/06/2019
Indagine della Guardia di Finanza sulle macerie Post-Sisma 2016 (segue)

Economia e Lavoro

08/01/2020
Conferenza pubblica 10 gennaio - progetto europeo “Lasciamo scegliere le donne!” (segue)
30/11/2019
Riasfaltato la zona del Molo Sud (segue)
26/11/2019
Progetto europeo BE YOUR BOSS! (segue)
19/11/2019
Piano Pluriennale 2020 - 2022 della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno (segue)
20/10/2019
VERSO DUBAI EXPO 2020 (segue)
10/08/2019
SMARTEAM, Capofila Progetto Europeo ERASMUS PLUS (segue)
28/07/2019
Gate-away.com: uno straordinario esempio di imprenditoria di successo (segue)
29/05/2019
Foodiestrip e Associazione Albergatori "Riviera Delle Palme" (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji