Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Festa Nazionale del Pane

Cupra Marittima | Si svolge in città la terza edizione della manifestazione

di Boris Giorgetti

Dal 28 maggio al 5 giugno Cupra Marittima farà da cornice alla terza Festa Nazionale del Pane, manifestazione organizzata dalla Federazione Italiana panificatori con il patrocinio del Senato della Repubblica e del Ministero delle Attività Produttive.

L’iniziativa, che ha già coinvolto, in ambito nazionale, circa 23.000 panifici italiani, si pone tra gli obiettivi principali, quello della tutela del prodotto "pane" attraverso l’introduzione di un quadro normativo che ponga l’obbligo di disciplinare dettagliatamente le modalità di produzione del pane stesso, riservando le denominazioni di "pane fresco" e "panificio" a chi realmente dimostri determinati standard produttivi.

La Federazione, attraverso il suo Presidente, Edvino Jerian, si sta facendo promotrice di un altro progetto, denominato "Pane 100%italiano" sempre rivolto alla salvaguardia della qualità del prodotto finale che arriva sulle tavole del nostro Paese.

"Mediante specifici accordi interprofessionali e successivi contratti, – leggiamo in una nota del Presidente della Federazione - ci proponiamo di immettere sul mercato prodotti ottenuti esclusivamente da grani di origine nazionale la cui storia produttiva sia nota e dimostrabile in tutte le fasi fino al prodotto destinato al consumo finale. A tal fine sono in predisposizione disciplinari sulla cui applicazione sovrintenderà un apposito comitato di controllo per ogni segmento della filiera: dalla scelta del seme alle modalità di coltivazione del grano, della mietitura, dello stoccaggio, della molitura ed infine della panificazione. Il progetto, oltre a proporsi di riqualificare il pane quale prodotto legato al territorio, intende promuovere il miglioramento complessivo del prodotto attraverso una migliore integrazione tecnologica e produttiva".

Da qui dunque, la necessità di una larga e diffusa sensibilizzazione, cercando il coinvolgimento soprattutto dei giovani. Cupra Marittima, in particolare, ha ideato diversi incontri con le scolaresche per una serie di lezioni di educazione alimentare: video, dibattiti, indagini sulle abitudini alimentari e un concorso per attività manuali e laboratoriali, aiuteranno i ragazzi ad avvicinarsi ai temi della crescita e della salute.

Previsti anche un convegno con esperti del settore, spettacoli teatrali, un'esposizione degli elaborati degli alunni e una mostra in occasione della quale sarà possibile degustare gratuitamente pane e altri prodotti artigianali tipici. Il ricavato verrà devoluto alla Lega del Filo d’oro di Osimo.

27/05/2005





        
  



2+4=

Altri articoli di...

San Benedetto

12/10/2022
Studenti omaggiano il Milite Ignoto (segue)
10/06/2020
Samb: Serafino è il nuovo presidente! (segue)
27/01/2020
Istituto Professionale di Cupra Marittima: innovazione a tutto campo. (segue)
25/01/2020
Open Day a Cupra Marittima, al via il nuovo corso Web Community – Web Marketing (segue)
19/01/2020
GROTTAMMARE - ANCONITANA 1 - 3 (segue)
13/01/2020
SAN MARCO LORESE - GROTTAMMARE 1 - 0 (segue)
10/01/2020
UGL Medici:"Riteniamo che gli infermieri e i medici debbano essere retribuiti dalla ASUR5" (segue)
10/01/2020
Premiato il cortometraggio intitolato "Sogni di Rinascita- Sibillini nel cuore" (segue)

Economia e Lavoro

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
02/11/2022
Glocal 2022: dove i giovani diventano protagonisti del giornalismo (segue)
02/11/2022
Sisma 2016: approvati 15 mila contributi per 4.8 miliardi (segue)
28/10/2022
Zero Sprechi, al via un progetto per la lotta agli sprechi alimentari (segue)
27/10/2022
A Cartoceto, nelle ‘fosse dell’abbondanza’ per il rituale d’autunno della sfossatura (segue)
26/10/2022
Tribuna presso lo Stadio “Cino e Lillo del Duca” (segue)
24/10/2022
Premi di studio della Banca del Piceno a 59 giovani (segue)
24/10/2022
Clinica Villa dei Pini: arriva l’innovativa Risonanza magnetica (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji