Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Cda dello sferisterio: Silenzi nomina rappresentanti della provincia

| MACERATA - Sono stati nominati i consiglieri provinciali che faranno parte del Cda dello sferisterio: l’avvocato Bruno Mandrelli, il professore Evio Hermas Ercoli e Carmelo Grasso.

Il presidente della Provincia di Macerata, Giulio Silenzi, ha firmato oggi il decreto con cui nomina i rappresentanti dell’Amministrazione provinciale che, insieme a lui, faranno parte del Consiglio d’Amministrazione dell’Associazione Arena Sferisterio.

Sono stati nominati: l’avvocato Bruno Mandrelli, il professore Evio Hermas Ercoli e Carmelo Grasso (per quest’ultimo si tratta di una riconferma).

Queste nomine – come spiega lo stesso presidente Silenzi con la nota che segue – sono in linea con la politica a favore dello Sferisterio che la Provincia persegue.

“Lo Sferisterio – scrive Silenzi, che del CdA è vice presidente - è tra i capisaldi delle politiche di sviluppo del nostro territorio e fatto importante per tutte le attività legate alla valorizzazione della realtà provinciale nei suoi vari aspetti: culturali, ambientali, delle produzioni tipiche.

La stagione lirica e ‘Macerata Opera’ rappresentano in Italia e all’estero straordinarie occasioni a cui dobbiamo legare  le risorse e le proposte che la comunità maceratese riesce  ad esprimere.

L’immagine che la provincia, intesa come comunità territoriale, può avere per essere vincente sui mercati mondiali è legata alla musica, alla cultura, all’arte della nostra terra, alle emozioni veicolate con le suggestioni offerte dall’Arena maceratese.
La stagione lirica, oltre ad avere quel valore culturale che negli anni ha saputo conquistare spazi a livello nazionale, deve rappresentare per tutti noi occasione di uno  sviluppo ‘nuovo’. Sotto questo aspetto la politica dell’Arena Sferisterio deve aprirsi sempre più sul territorio e il territorio deve sentire lo Sferisterio come ‘appartenenza’.

Questa è la politica che la Provincia, quale ente di programmazione generale e quale socio al 50% dell’Associazione Arena Sferisterio, si propone di fare. L’obiettivo è aprire lo Sferisterio al territorio.

Su questo stiamo lavorando con convinzione e con determinazione, sapendo che occorre essere attenti alle risorse economiche, trovando le entrate necessarie a garantire una stagione lirica di qualità. Quindi rigore nella spesa, ma livello artistico necessariamente alto.

A questo fine stiamo predisponendo una campagna di promozione in grado di avvicinare sempre più  allo Sferisterio  l’Europa e  il nostro territorio.
Occorre, inoltre, cogliere sinergie e collaborazioni con altri importanti  eventi culturali (penso a Civitanova Danza o al Premio Recanati, per citare alcuni esempi) da collegare alla stagione lirica e da promuovere insieme ad essa.

Per cogliere questi obiettivi ho voluto nominare nel CdA dell’Associazione Arena Sferisterio persone di alta ed indiscussa competenza, che si mettono a servizio di questo progetto e che sono in grado di offrire fattivamente la loro esperienza..
Quello che ci attende è un grande lavoro che, indipendentemente dagli orientamenti e dagli schieramenti politici, deve unificare su di sé tutta  la società maceratese, le associazioni, gli enti, le fondazioni, le imprese”.

16/12/2004





        
  



1+5=

Altri articoli di...

Fuori provincia

15/01/2020
Le Marche terra di teatri (segue)
28/12/2019
Le Marche terra di presepi (segue)
08/12/2019
VIA LIBERA AL PIANO PER LA DIFESA DELLA COSTA (segue)
23/08/2019
La fine per gli Amici del Teatro Fermano (segue)
17/08/2019
Il 20 agosto a Roccaraso Valeria Di Felice presenta “Il battente della felicità” (segue)
14/07/2019
Cabaret amoremio! sta per entrare nel vivo (segue)
29/06/2019
OPERAZIONE "RAIL ACTION DAY-ACTIVE SHIELD" NELLE MARCHE, L'UMBRIA E L'ABRUZZO (segue)
13/06/2019
Indagine della Guardia di Finanza sulle macerie Post-Sisma 2016 (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji