Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

“Occorre guardare al futuro con ottimismo”

| CIVITANOVA MARCHE - Il Sindaco Marinelli all’inaugurazione dello Smac.

“Mi auguro che il venticello di ripresa di cui parlano gli esperti e che si è già intravisto di recente al Micam di Milano possa soffiare sempre più forte, grazie anche al continuo progresso della tecnologia che consente di mantenere alta la qualità del prodotto italiano”.

Con queste parole il sindaco Erminio Marinelli è intervenuto questa mattina alla cerimonia di inaugurazione del 55° Salone macchine per calzaturifici (Smac), che rimarrà aperto fino a domenica 3 ottobre nei locali della Fiera di Civitanova.       

“Auspico – ha aggiunto Marinelli - che ciascuno dei soggetti preposti faccia la propria parte per favorire il rilancio del settore calzaturiero, che ha rappresentato per decenni uno dei motori trainanti della nostra economia. Sono altresì convinto che occorra guardare al futuro con ottimismo, nella certezza che le capacità che i nostri imprenditori hanno dimostrato di possedere faranno sì che l’attuale momento di congiuntura venga superato”.

Il sindaco ha poi parlato della nuova sede della Fiera, che verrà realizzata nella zona “tecnico distributiva” e che consentirà – ha detto - grazie agli ampi spazi previsti, di valorizzare al meglio le esposizioni e i saloni  che si tengono ogni anno nella nostra città.

01/10/2004





        
  



2+2=

Altri articoli di...

Fuori provincia

15/01/2020
Le Marche terra di teatri (segue)
28/12/2019
Le Marche terra di presepi (segue)
08/12/2019
VIA LIBERA AL PIANO PER LA DIFESA DELLA COSTA (segue)
23/08/2019
La fine per gli Amici del Teatro Fermano (segue)
17/08/2019
Il 20 agosto a Roccaraso Valeria Di Felice presenta “Il battente della felicità” (segue)
14/07/2019
Cabaret amoremio! sta per entrare nel vivo (segue)
29/06/2019
OPERAZIONE "RAIL ACTION DAY-ACTIVE SHIELD" NELLE MARCHE, L'UMBRIA E L'ABRUZZO (segue)
13/06/2019
Indagine della Guardia di Finanza sulle macerie Post-Sisma 2016 (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji