Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Grazie alla legge Ronchi si avrà una forte riduzione della tassa ecologica?

Ascoli Piceno | Celani: "Ai cittadini una collaborazione massima perché tutti amiamo Ascoli e tutti quanti la vogliamo vedere pulita".

di Federico Biondi

In linea con le direttive della Comunità Europea e delle leggi finanziarie degli ultimi anni, in particolare dalla finanziaria del 2000, il Comune di Ascoli Piceno, come tante altre amministrazioni della penisola, procede alla dismissione delle proprie gestioni dirette.

Dopo aver "privatizzato" il servizio gestione metano, costituendo due società, la Piceno GAS vendita e la Piceno Gas distribuzione, entrambe di proprietà del Comune di Ascoli Piceno, dal primo aprile il Comune ha costituito una nuova società per la gestione del servizio dell'igiene urbano integrato, amministrata in forma istituzionale dal Presidente del Consiglio di Amministrazione, il Sindaco Pietro Celani, dall'Assessore di riferimento Valentino Tega e dal Consigliere Bachetti Domenico.

Questa società si chiama Ascoli Servizi Comunali SURL, è una società uninominale a responsabilità interamente partecipata dal comune di Ascoli Piceno.

"Cosa vuol dire privatizzare questo servizio, significa mettere a frutto tutte le potenzialità, tutte le professionalità del comune di Ascoli Piceno nel campo privato e in questo particolare settore" ha detto l'assessore Valentino Tega.

Gestire il proprio servizio di igiene urbano integrato, ma non si esclude che in futuro, può assumere anche la gestione del servizio dell'igiene urbana degli altri comuni limitrofi, "ci confronteremo nel mercato anche in questo settore, cosa importante anche perché vengono erogate meno risorse economiche, dallo stato e dalle istituzioni, quindi dobbiamo trovare fondi tramite queste nuove attività, questi nuovi settori" - ha detto il Sindaco di Ascoli Piceno Pietro Celani.

Con la creazione di questa nuova società, l'amministrazione comunale ha riorganizzato tutto servizio igiene urbano, in particolare il comune aveva in questo settore circa 11 addetti a contratto indeterminato e 30 operatori ecologici a contratto determinato con durata del contratto trimestrale.
Adesso la SURL ha sei dipendenti a tempo indeterminato e quarantadue dipendenti a tempo determinato con contratto annuale. "Alcuni dipendenti sono andati in pensione e altri hanno preferito, perché prossimi alla pensione, rimanere alle dipendenze dell'Amministrazione Comunale di Ascoli Piceno e di non cambiare il proprio stato giuridico, scelta arbitraria consentita dalle vigenti normative e dagli accordi sindacali" ha detto il Sindaco di Ascoli Piceno Pietro Celani.

L'Assessore Valentino Tega riferisce che questo riorganizzazione permetterà all'amministrazione pubblica di essere più puntuale ed efficiente, creando delle squadre che opereranno in modo fisso su tutti i quartieri cittadini sia per quanto riguarda la raccolta della spazzatura, sia la pulizia delle strade dove è previsto l'acquisto di un nuovo automezzo e lo sfoglio dell'erba.

Dal 1999 ad oggi, dice il Sindaco Pietro Celani è incrementata la raccolta differenziata, dimostrando quindi che il discorso del "porta a porta" nel centro storico al di là di qualche inconveniente, funziona tanto da attestare nella Regione Marche il nostro comune come quello a più elevata percentuale di raccolta differenziata.

09/04/2004





        
  



5+2=

Altri articoli di...

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji