Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Firmani: "il nuovo piano sulla sosta porterà solamente disagi"

Ascoli Piceno | Secondo il vice presidente del Consiglio Comunale Nazzareno Firmani il nuovo piano sulla sosta accentuerà la crisi del Centro Storico.

di Mauro Giorgi

La preoccupazione e l'insoddisfazione per l'imminente entrata in vigore del nuovo piano sulla sosta è giustificata o ingiustificata? E' possibile che si stia facendo qualcosa per creare disagi e non vantaggi? Ma davvero questa rivoluzione fatta di parcheggi per residenti, soste a pagamento, zone miste e microzone, è destinata a sconvolgere le abitudini degli ascolani? Non conoscendo la situazione nel dettaglio, infatti, c'è il “pericolo” di trarre conclusioni troppo affrettate.

Per evitare ogni sorta di equivoco e per fare chiarezza sulla situazione, pertanto, abbiamo deciso di intervistare il vice presidente del Consiglio Comunale di Ascoli Piceno Nazzareno Firmani.

Secondo uno studio fatto si avrà una brusca riduzione dei parcheggi per i residenti (da 280 a 98) e un aumento dei posteggi a pagamento (da 53 a 224).
Chi è che ha deciso questa situazione e cosa comporterà?
“La decisione è stata presa dall'Amministrazione Celani, nonostante una forte opposizione da parte della “minoranza”, attraverso una delibera del Consiglio Comunale del 03 Giugno 2002 – dichiara Nazzareno Firmani – Questa decisione, prosegue, ha fatto sì che la Saba Italia prendesse in gestione i parcheggi del Centro Storico, di Via Piave, viale Velli, viale Marconi ed il piazzale della stazione, per un periodo di circa quarant'anni. Ciò comporterà, aggiunge, sia un via vai di automobili che innescherà un tournover vorticoso di circa 2500 mezzi, sia l'introduzione di ausiliari che faranno le multe a discapito degli attuali Vigili Urbani. Con questi collaboratori, oltretutto, si ha un'indulgenza minima anziché una tolleranza maggiore con tanto di avviso spedito come in altre città”.

Questa novità, secondo lei, porterà benefici o svantaggi?
“Porterà solamente svantaggi – dichiara Firmani – Con questa novità, precisa, si paralizzerà il Centro Storico  e si penalizzeranno i residenti. L'aumento dei parcheggi a pagamento, prosegue, non è una soluzione utile per la riqualificazione del nostro Centro”. 

Secondo lei su quali aspetti si deve puntare per una riqualificazione del “cuore” di Ascoli Piceno?
“Come dissi qualche tempo fa – dichiara Firmani – dobbiamo puntare sulle risorse più importanti del nostro territorio quali l'enogastronomia, il turismo e le bellezze della nostra città. Piazza Arringo, ad esempio, può riprendere le caratteristiche di piazza Navona in Roma. Un'altra cosa che può far riemergere il Centro Storico, conclude, è ricreare una rua, come avvenne in passato per via Pretoriana, in cui vi siano presenti tanti negozi con le tipicità enogastronomiche locali”.

30/05/2003





        
  



4+5=

Altri articoli di...

Ascoli Piceno

10/01/2020
Sicurezza stradale il bilancio annuale della Polizia Stradale (segue)
17/12/2019
È stato inaugurato Sabato 14 dicembre il "Punto Bio Ama Terra" (segue)
17/12/2019
Prefettura:"Festività natalizie, Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica" (segue)
08/12/2019
LA GUARDIA DI FINANZA "SUI CAMPI" CONTRO IL "CAPORALATO" (segue)
25/11/2019
Carlo Crivelli e il suo polittico di Sant’Emidio (segue)
19/11/2019
Piano Pluriennale 2020 - 2022 della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno (segue)
12/11/2019
Santa Maria Intervineas: la bellezza dell’essenzialità (segue)
04/11/2019
Luca Orsini, il cantautore con il basso (segue)

Cronaca e Attualità

17/06/2020
“Cin Cin”: a tavola con i vini naturali (segue)
10/01/2020
Sicurezza stradale il bilancio annuale della Polizia Stradale (segue)
21/12/2019
Autostrada, la situazione continua a degenerare (segue)
21/12/2019
La camminata in Sentina ha un doppio significato quest'anno (segue)
17/12/2019
È stato inaugurato Sabato 14 dicembre il "Punto Bio Ama Terra" (segue)
08/12/2019
LA GUARDIA DI FINANZA "SUI CAMPI" CONTRO IL "CAPORALATO" (segue)
19/11/2019
Controlli durante la "Movida"del sabato sera da parte della Guardia di Finanza (segue)
30/10/2019
Paese Alto, approvata la Ztl (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji