Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Anniversario della scomparsa di Ada Natali la prima donna Sindaco d'Italia.

Massa Fermana | Il coordinamento dei Ds della media valle del Tenna ha voluto ricordare la figura di Ada Natali. Un personaggio sempre impegnato nel sociale che con il suo impegno ha portato in giro per il Mondo il nome di Massa Fermana

di Alessio Carassai

Il 27 aprile ricorre il 15° anniversario della morte di Ada Natali, il Coordinamento dei Ds della media valle del Tenna la ricorderà nella riunione convocata a Massa Fermana per domani 28 aprile. Ada Natali, perseguitato politico confinata per molti anni dal regime fascista, partecipa alla lotta di liberazione, nel 1945 è eletta Sindaco di Massa Fermana, risulterà essere la prima donna sindaco d’Italia. Sarà Sindaco fino al 1959. Nel 1948 è eletta deputato della repubblica. Risulta essere l’unica donna che partecipa alla prima delegazione del parlamento italiano nell’URSS per l’istaurazione di rapporti diplomatici. Per le sue doti umane e di rapporto con la gente nel 1953 è inviata da Palmiro Togliatti in Sicilia per l’avvio di una politica attiva delle donne nelle istituzioni.
 
Ada Natali è nata a Massa Fermana il 5 marzo 1898, figlia di Giuseppe Natali Sindaco socialista di Massa Fermana, nel 1916, all'età di 18 anni si diploma alle magistrali ed incomincia subito l'insegnamento. A Massa Fermana e nella zona era conosciuta ed è ricordata coma la  “maestra Ada". Subito dopo il conseguimento del diploma si iscrive alla facoltà di giurisprudenza dell'Università di Macerata. Nel 1922 le squadracce fasciste picchiano a sangue il padre, la madre muore di dolore poco dopo, e Lei viene confinata nella montagna interna di Roccafluvione.
 
Nel 1936 chiede di essere avvicinata a Macerata al fine di poter continuare gli studi. Viene trasferita ad Appezzana di Loro Piceno, una località dove non c'erano ancora le strade. Sempre controllata a vista dai Carabinieri. A piedi si trasferiva a Passo Loro dove poteva prendere il pulman per recarsi a Macerata per sostenere gli esami. Consegue la laurea in Giurisprudenza. I Contadini di Roccafluvione e di Loro Piceno, fino a qualche anno fa la ricordavano soprattutto perché da Lei avevano imparato a leggere e a scrivere, ma anche per le sue doti di umanità che la distinguevano e per i rapporti che riusciva ad instaurare con la gente.
 
Con la lotta di liberazione torna in libertà e partecipa con le truppe partigiane alle battaglie di Pian di Piega e San Ginesio nel maceratese. Eletta Sindaco di Massa Fermana nel 1945 diviene la prima donna Sindaco d'Italia. Sarà Sindaco di Massa Fermana fino al 1959. Nel 1948 fu eletta Deputato nelle liste del P.C.I. Come parlamentare partecipa ad una delle prime delegazioni che si reca nell'URSS per avviare i primi contatti Istituzionali. Nel 1953 partecipa attivamente nella campagna elettorale in Sicilia dove fu inviata da Togliatti, allora segretario del Partito Comunista Italiano, a parlare alla gente semplice ed in particolare con le donne, per la sua capacità di rapportarsi con loro e per il suo grande senso di umanità. Partecipa a tutte le iniziative per l'emancipazione femminile.
Nel 1946, in qualità di Sindaco, inventò le colonie per bambini a Massa Fermana ma era solo un pretesto per dare un piatto di minestra ai bambini delle famiglie più povere.
Nei primi anni cinquanta partecipa e sostiene tutte le lotte delle operaie delle fabbriche di cappelli impegnate nella conquista del primo contratto di lavoro. Al fine di far riscaldare le operaie riunite in assemblea permanente ordina ai dipendenti del comune di raccogliere la legna presso la Selva che circonda il Convento dei Frati Francescani.
 
Per questo motivo fu denunciata e processata. Fu difesa da un'équipe di avvocati fra cui c'era l'On. Terracini Presidente dell'Assemblea Costituente. Fu assolta con formula piena. Donna coraggiosa e decisa pur di salvare alcune opere artistiche di grande valore come la “natività” di Vincenzo Pagani, alla non curanza della Soprintendenza risponde con la vendita di alcuni pezzi di scarso valore storico - artistico per procurarsi i finanziamenti necessari allo scopo. Anche per questo motivo, dalla stessa opposizione in Consiglio Comunale, venne denunciata e processata.Venne assolta con formula piena. Ritiratasi a vita privata mantiene i rapporti con il movimento femminile e con alcuni parlamentari Come Arturo Colombi, Amendola, Ingrao, Ugo Pecchioli, Nilde Iotti ed altri. Negli ultimi anni della sua vita si spostava, anche se a fatica per le sue non buone condizioni fisiche, tra Massa Fermana e Montappone per dare da mangiare ad un numero enorme di gatti dei quali era diventata la protettrice. Comunista ma anche cattolica praticante mantiene i rapporti con la chiesa locale, con i Sacramentini e con il Santuario del SS. Crocifisso di Mogliano al quale elargiva consistenti contributi. Non si è mai allontanata da Massa Fermana dove è vissuta fino al 1990.     
Alla sua morte, avvenuta 1l 27 aprile 1990, numerose sono state le testimonianze pervenute da diverse località d'Italia ed in particolare dalla Presidenza della Camera dei Deputati.

27/04/2005





        
  



4+1=

Altri articoli di...

Fermo

06/04/2007
An: "Vinceremo al primo turno" (segue)
06/04/2007
Fermana: festa insieme al Comune per la Promozione (segue)
06/04/2007
Concerto di Pasqua con il Trio Sabin (segue)
06/04/2007
Blitz del Corpo forestale: sequestrato anche il canile di Capodarco (segue)
06/04/2007
Parte il dizionario della cucina marchigiana (segue)
06/04/2007
Basket: l'Elsamec si rovina la festa (segue)
06/04/2007
Acquista la casa all'asta e la proprietaria si vendica avvelenandole le piante (segue)
05/04/2007
Due arresti per le rapine alle tabaccherie: ma i due sono già in carcere (segue)

Politica

21/05/2011
Neo sindaco Fermo Brambatti, faro' giunta a otto (segue)
16/05/2011
Nella Brambatti con il 51,04%, è il nuovo sindaco di Fermo (segue)
16/05/2011
Luca Tomassini, riconfermato sindaco di Petritoli (segue)
16/05/2011
Il ritorno di Giulio Conti a Monte San Pietrangeli (segue)
16/05/2011
Remigio Ceroni, riconfermato Sindaco di Rapagnano (segue)
13/05/2011
Successo per il “CONCERTO ALL’ITALIA” (segue)
13/05/2011
Marinangeli: “Da quando la Cgil si occupa di urbanistica?” (segue)
13/05/2011
A Porto San Giorgio cresce il turismo: +16% (segue)

Le strade musicali dell'Ebraismo nel compendio cinematografico di David Krakauer

David Krakauer "The Big Picture"

Paolo De Bernardin

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji


Io e Caino