Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Samb:passaggio a vuoto al Menti di Vicenza.

San Benedetto del Tronto | Gli uomini di Moriero passano in vantaggio con Esposito nel primo tempo, ma nella ripresa prima vengono raggiunti e poi superati grazie ad una doppietta di Comi. Mercoledì, nel turno infrasettimanale, al Riviera arriva l'Alto Adige.

di Guido Favelli

Vincenza-Sambenedettese: 2-1

Vicenza (3-5-2): Valentini; Bianchi, Milesi, Crescenzi; Di Molfetta (71′ Giacomelli), De Giorgio (56′ Bangu), Romizi (83′ Salifu), Alimi, Beruatto; Lanini (56′ Ferrari), Comi. A disp.: Costa, Fortunato, Giraudo, Magri, Turi, Tassi, Giusti. All.: Colombo

Sambenedettese (4-3-3): Aridità; Rapisarda, Miceli, Conson, Tomi; Gelonese (76′ Damonte), Bove (76′ Bacinovic), Vallocchia (57′ Di Cecco); Troianiello (65′ Valente), Esposito (76′ Sorrentino), Di Massimo. A disp.: Pegorin, Ceka, Patti, Mattia, Bengala, Di Pasquale, Candellori. All.: Moriero

Reti: 36′ Esposito, 80′ Comi (rig.), 90+2 Comi

Arbitro: Riccardo Annaloro della sezione di Collegno, assistenti: Roberto Margheritino e Giulio Fantino

Note: pomeriggio piovoso, temperatura sui 14 gradi. Ammonizioni: Banfu (V), Tomi (S). Angoli: 9-1. Recupero: 0′ pt, 4′ st.

La Samb torna da Vicenza a mani vuote!!! E' l'amara e dura realtà di un match giocato molto bene dagli uomini di mister Moriero nella prima frazione di gioco ma che, nella ripresa, sono riusciti a buttare all'aria tutto quello che di buono avevano costruito. Il "maghetto" Esposito, particolarmente ispirato e il grande dinamismo dei centrocampisti rossoblu (Gelonese migliore in campo) hanno reso nulle le poche e confuse idee dei padroni di casa continuamente fischiati dal proprio pubblico. Dunque è una stata una grande Samb, quella dei primi 45' di gioco, che si è difesa con ordine e che, nonostante il campo fosse stato reso pesante dalla pioggia caduta prima della gara, ha lottato su ogni palla e allo stesso tempo si è proposta pericolosamente in fase offensiva con gli inserimenti sulle corsie esterne di Troianiello ed Esposito e con Di Massimo che si è dato un gran da fare come "falso nueve". Al 36′ arriva il meritato vantaggio rossoblù. Di Massimo, lanciato da un preciso assist di Troianiello, pesca Esposito in area che mette palla a terra e batte con tiro preciso Valentini. Finisce il primo tempo e per quello che si è visto in campo, si va a bere qualcosa di caldo con la consapevolezza di poter espugnare il Menti. Secondi 45 minuti ed ecco che inizia la trasformazione. Dopo un'uscita disperata di Valentini su Di Massimo imbeccato da Troianiello (come mai uno del suo calibro non ha tentato la conclusione in porta invece di servire il compagno?) iniziano i cambi in casa rossoblu. Moriero inserisce Di Cecco per Vallocchia visto che le iniziative dei padroni di casa si fanno sempre più intraprendenti. Doppio cambio,anche per i padroni di casa che gettano nella mischia l' ex Venezia Ferrari per Lanini e Bangu per l'infortunato Di Giorgio. La pressione degli uomini di Colombo inizia a farsi sentire: Comi al 14′ st scheggia la traversa con una conclusione da appena dentro l'area e poi Bangu ci prova ma il suo tiro dal limite non ha molta fortuna. La Samb, non riesce più ad essere pericolosa e si rintana, dunque, nella propria trequarti in difesa del vantaggio. Valente prende il posto di Troianiello (buona la sua prova sanche se da lui tutti si aspettano molto di più) ed al 25′ Giacomelli prende il posto Di Molfetta. Questa sostituzione cambierà,praticamente,il volto al Vicenza. Il neo entrato, infatti, farà letteralmente impazzire Tomi sulla corsia di destra. I rossoblu, però, alla mezzora possono chiudere il match con Valente che da buona posizione, dopo un pregevole tocco su punizione di Bove, spara alto. La Samb inizia a soffrire a centrocampo ed allora Moriero mette dentro Damonte per Gelonese, Sorrentino per Esposito e Bacinovic per Bove. Ma i cambi eseguiti non riescono a portare i frutti sperati ed ecco, infatti, che al 33′ st il Vicenza pareggia. Tomi trattiene in area Comi e per l'arbitro è calcio di rigore. Dal dischetto l'ex Pro Vercelli non sbaglia (Aridità aveva capito la traiettoria e per poco non riesce a fare il miracolo!). La partita sembra finire qui, putroppo per i colori rossoblu non è così e al 2′ di recupero arriva la beffa. Giacomelli dalla destra mette in area la sfera, Damonte si perde Comi in marcatura che di testa batte l'incolpevole Aridità. E'festa grande per il Vicenza. Colombo salva la panchina mentre quella di Moriero,come affermato dal presidente Fedeli a fine gara, è in discussione. Mercoledì prossimo, nel turno infrasettimanale casalingo, i rossoblu saranno chiamati al pronto riscatto contro l'Alto Adige ripartendo dalla prima frazione di gioco in cui la Samb è stata oltremodo positiva. Anche se tutti sono in discussione, bisogna riprendere la marcia, visto che le altre formazioni non è che vadano così forte!!!

05/11/2017





        
  



5+4=

Altri articoli di...

San Benedetto

23/06/2018
Presentata la ricerca sui 66 caduti della 1° G.M (segue)
23/06/2018
Nel Paese del Gusto dal 22 al 24 giugno Festa della Lonza e della sframicata di salsiccia (segue)
23/06/2018
Sensi, per non perdere di vista il senso autentico della Sagra Giubilare (segue)
23/06/2018
Ecco i vincitori del 13° Premio Sgattoni (segue)
23/06/2018
Francesco Lamazza è il nuovo direttore sportivo della Samb. (segue)
23/06/2018
"Un Castello DiVino e Sapori" dal 21 al 24 giugno nel centro storico (segue)
23/06/2018
Samb:in panchina arriva Magi (segue)
22/06/2018
A Offida la settima edizione di Hors Lits (segue)

Sport

23/06/2018
Francesco Lamazza è il nuovo direttore sportivo della Samb. (segue)
23/06/2018
Samb:in panchina arriva Magi (segue)
19/06/2018
Emma Silvestri Campionessa Italiana Allieva nei 400 metri ad ostacoli (segue)
18/06/2018
Happy Car Samb beach soccer supera anche Nettuno (segue)
15/06/2018
Torna la Ragnoliade: iscrizioni al via! (segue)
15/06/2018
Con "Sport al Parco" tutti in forma a Centobuchi (segue)
11/06/2018
Pierin Pescatore al Circolo Nautico Sambenedettese (segue)
09/06/2018
Pattinaggio Artistico: Kevin Bovara Campione Nazionale a Calderara di Reno (segue)

Le strade musicali dell'Ebraismo nel compendio cinematografico di David Krakauer

David Krakauer "The Big Picture"

Paolo De Bernardin

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji


Io e Caino