Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

E’ Marchigiana l’App del FuoriSalone di Milano 2017

Ancona | Il più importante evento mondiale dedicato al design (che quest’anno si terrà dal 4 al 9 aprile), ha scelto Artwalks: l’app realizzata dall’organizzazione anconetana Sineglossa Creative Ground.

E' marchigiana l'App del FuoriSalone di Milano 2017.

Il più importante evento mondiale dedicato al design (che quest'anno si terrà dal 4 al 9 aprile), ha scelto - infatti - Artwalks: l'app, realizzata dall'organizzazione anconetana Sineglossa Creative Ground.

Con l'app Artwalks, il FuoriSalone 2017, diventa cartolina.
Il tema dell'edizione 2017 del Brera Design District - il più importante distretto di promozione del design in Italia - è la gamification: Progettare è un gioco, giocare è un progetto.

In un'edizione dedicata alla riflessione sul gioco come strumento di interazione, il coinvolgimento degli utenti del Fuorisalone è garantito da Artwalks: un'app gratuita, che permette di scoprire percorsi culturali e turistici in maniera ludica ed interattiva.

Cos'è ArtWalks?
Ricordiamo tutti le cartoline: quei rettangoli di cartoncino che inviavamo ai nostri cari rimasti a casa per salutarli, mentre eravamo in vacanza. Cartoline che, puntualmente, arrivavano quando eravamo già tornati; e che magari, ritiravamo noi stessi dalla buca delle lettere.
L'app Artwalks, disponibile gratuitamente per IOS e Android, rinnova la passione per le vecchie cartoline dal sapore vintage, che tutti amavamo ricevere, dandogli una nuova e dinamica componente digital e social.
Camminando per Brera, partecipando ad un evento culturale o visitando uno showroom, l'app Artwalks consentirà di creare cartoline personalizzate, da inviare e condividere sui canali social in tempo reale.
Si dà - dunque - l'addio a saluti di circostanza e generiche immagini di idilli patinati.
Artwalks infatti, mette a disposizione degli utenti contenuti artistici realizzati appositamente per interpretare, leggere, restituire il percorso che si è fatto in maniera personale: poesie e immagini d'arte che si possono associare liberamente, seguendo il flusso dell'esperienza, dell'intuizione individuale e diventando co-autore della cartolina finale.
Per il Fuorisalone 2017 il tema scelto è il gioco: illustrazioni e testi consentiranno a ogni visitatore di esprimere il proprio originale punto di vista e condividerlo coi propri amici in tempo reale, dedicandogli una cartolina dalla Capitale del Design.

Come Funzione ArtWalks:
L'applicazione richiede di andare a caccia di contenuti. Bisognerà visitare almeno 3 dei punti di interesse segnalati sulle mappe del Brera Design District, disponibili gratuitamente, per poter comporre il proprio souvenir:
visitando il primo punto, il trofeo conquistato sarà la possibilità di scegliere il fronte della cartolina tra le tante immagini proposte;
nel secondo - invece - si potrà scegliere il testo tra i numerosi brani letterari o poetici;
al terzo - infine - la parte più personale; la cartolina andrà affrancata con un selfie, dedicata al destinatario e condivisa sui social.

Per Federico Bomba, curatore del progetto, "Artwalks è un strumento che coniuga in maniera naturale il digitale e l'analogico: l'esperienza che viviamo esplorando le città a piedi, con una mappa, ci consente di perderci e di scoprire luoghi inimmaginabili lungo il percorso. È da queste sorprese che nasce l'eccitazione per il viaggio ed è proprio in questa emozione che si inserisce Artwalks, consentendo ai viaggiatori di restituire ciò che hanno provato scegliendo un'opera e dedicandola alle persone a cui vogliono bene".

Per chi non riuscisse ad essere a Milano ad aprile, Artwalks è già attiva nelle Marche, con i percorsi di Ancona, Ascoli, Fermo e Matelica; a Roma, con il percorso Teatri di Vetro; a Bolzano, con il percorso dedicato all'artigianato.

A breve, usciranno sia il nuovo percorso Ancona Città Aperta, una guida emotiva dedicata agli studenti universitari realizzata in partnership con l'Università Politecnica delle Marche, il Comune di Ancona e l'associazione Gulliver, sia i nuovi percorsi di riqualificazione dei borghi abbandonati di Marche e Sardegna.

L'app, lanciata con successo a luglio 2016 e già presente in altre 6 città, è stata realizzata da Sineglossa Creative Ground: un'organizzazione marchigiana, che offre soluzioni efficaci e personalizzate, applicando i processi delle creazioni artistiche contemporanee, per rispondere al bisogno di innovazione di imprese ed enti pubblici.

07/03/2017





        
  



4+3=

Altri articoli di...

Cronaca e Attualità

19/01/2018
Contrasto al commercio abusivo di prodotti ittici. (segue)
19/01/2018
Del Moro"Qualche riflessione sulla dislocazione dell' OSPEDALE UNICO DEL PICENO a Pagliare" (segue)
18/01/2018
Arrestato un ascolano perché trovato in possesso di 7,7 grammi di eroina e 46,9 grammi di hashsih. (segue)
17/01/2018
Servizio Civile Nazionale: 4 i posti disponibili per il progetto dedicato all'Agricoltura Sociale (segue)
11/01/2018
Progetto BLU scuolabacquavivapicena (segue)
05/01/2018
Sport agonistico, studio all'avanguardia sugli atleti al Mas Club. Presente anche Xenia Palazzo (segue)
29/12/2017
L'EX ARENA DI GROTTAMMARE SARÀ LA NUOVA "MULINI & PASTIFICI 1875" (segue)
29/12/2017
Narcisi: " Facite ammuina " (segue)

Fuori provincia

11/01/2018
Progetto BLU scuolabacquavivapicena (segue)
28/12/2017
I caduti del mare ricordati nell'anniversario della tragedia del Rodi (segue)
28/12/2017
Grande successo per il Natale al CentoperCento a Centobuchi (segue)
18/12/2017
Circolo Nautico Sambenedettese in festa per i 50 anni della fondazione (segue)
15/12/2017
Nel weekend tornano i Mercatini di Natale di Isola del Gran Sasso al Santuario di San Gabriele (segue)
14/12/2017
Giovane neolaureata di Monteprandone tra gli studenti insigniti dalla Camera dei Deputati (segue)
13/12/2017
Il Circolo Nautico Sambenedettese tra Le Stelle del Vento delle Marche (segue)
03/12/2017
Una mostra ispirata ai Fioretti di San Francesco (segue)

Le strade musicali dell'Ebraismo nel compendio cinematografico di David Krakauer

David Krakauer "The Big Picture"

Paolo De Bernardin

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji


Io e Caino