Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

E’ Marchigiana l’App del FuoriSalone di Milano 2017

Ancona | Il più importante evento mondiale dedicato al design (che quest’anno si terrà dal 4 al 9 aprile), ha scelto Artwalks: l’app realizzata dall’organizzazione anconetana Sineglossa Creative Ground.

E' marchigiana l'App del FuoriSalone di Milano 2017.

Il più importante evento mondiale dedicato al design (che quest'anno si terrà dal 4 al 9 aprile), ha scelto - infatti - Artwalks: l'app, realizzata dall'organizzazione anconetana Sineglossa Creative Ground.

Con l'app Artwalks, il FuoriSalone 2017, diventa cartolina.
Il tema dell'edizione 2017 del Brera Design District - il più importante distretto di promozione del design in Italia - è la gamification: Progettare è un gioco, giocare è un progetto.

In un'edizione dedicata alla riflessione sul gioco come strumento di interazione, il coinvolgimento degli utenti del Fuorisalone è garantito da Artwalks: un'app gratuita, che permette di scoprire percorsi culturali e turistici in maniera ludica ed interattiva.

Cos'è ArtWalks?
Ricordiamo tutti le cartoline: quei rettangoli di cartoncino che inviavamo ai nostri cari rimasti a casa per salutarli, mentre eravamo in vacanza. Cartoline che, puntualmente, arrivavano quando eravamo già tornati; e che magari, ritiravamo noi stessi dalla buca delle lettere.
L'app Artwalks, disponibile gratuitamente per IOS e Android, rinnova la passione per le vecchie cartoline dal sapore vintage, che tutti amavamo ricevere, dandogli una nuova e dinamica componente digital e social.
Camminando per Brera, partecipando ad un evento culturale o visitando uno showroom, l'app Artwalks consentirà di creare cartoline personalizzate, da inviare e condividere sui canali social in tempo reale.
Si dà - dunque - l'addio a saluti di circostanza e generiche immagini di idilli patinati.
Artwalks infatti, mette a disposizione degli utenti contenuti artistici realizzati appositamente per interpretare, leggere, restituire il percorso che si è fatto in maniera personale: poesie e immagini d'arte che si possono associare liberamente, seguendo il flusso dell'esperienza, dell'intuizione individuale e diventando co-autore della cartolina finale.
Per il Fuorisalone 2017 il tema scelto è il gioco: illustrazioni e testi consentiranno a ogni visitatore di esprimere il proprio originale punto di vista e condividerlo coi propri amici in tempo reale, dedicandogli una cartolina dalla Capitale del Design.

Come Funzione ArtWalks:
L'applicazione richiede di andare a caccia di contenuti. Bisognerà visitare almeno 3 dei punti di interesse segnalati sulle mappe del Brera Design District, disponibili gratuitamente, per poter comporre il proprio souvenir:
visitando il primo punto, il trofeo conquistato sarà la possibilità di scegliere il fronte della cartolina tra le tante immagini proposte;
nel secondo - invece - si potrà scegliere il testo tra i numerosi brani letterari o poetici;
al terzo - infine - la parte più personale; la cartolina andrà affrancata con un selfie, dedicata al destinatario e condivisa sui social.

Per Federico Bomba, curatore del progetto, "Artwalks è un strumento che coniuga in maniera naturale il digitale e l'analogico: l'esperienza che viviamo esplorando le città a piedi, con una mappa, ci consente di perderci e di scoprire luoghi inimmaginabili lungo il percorso. È da queste sorprese che nasce l'eccitazione per il viaggio ed è proprio in questa emozione che si inserisce Artwalks, consentendo ai viaggiatori di restituire ciò che hanno provato scegliendo un'opera e dedicandola alle persone a cui vogliono bene".

Per chi non riuscisse ad essere a Milano ad aprile, Artwalks è già attiva nelle Marche, con i percorsi di Ancona, Ascoli, Fermo e Matelica; a Roma, con il percorso Teatri di Vetro; a Bolzano, con il percorso dedicato all'artigianato.

A breve, usciranno sia il nuovo percorso Ancona Città Aperta, una guida emotiva dedicata agli studenti universitari realizzata in partnership con l'Università Politecnica delle Marche, il Comune di Ancona e l'associazione Gulliver, sia i nuovi percorsi di riqualificazione dei borghi abbandonati di Marche e Sardegna.

L'app, lanciata con successo a luglio 2016 e già presente in altre 6 città, è stata realizzata da Sineglossa Creative Ground: un'organizzazione marchigiana, che offre soluzioni efficaci e personalizzate, applicando i processi delle creazioni artistiche contemporanee, per rispondere al bisogno di innovazione di imprese ed enti pubblici.

07/03/2017





        
  



2+5=

Altri articoli di...

Cronaca e Attualità

24/05/2018
Problema pioggia e ed allagamenti (segue)
23/05/2018
Campagna elettorale Solidarietà e Partecipazione e Città in Movimento (segue)
23/05/2018
Attivati impianti semaforici a Grottammare (segue)
23/05/2018
Dal 22 al 27 maggio3^ edizione di Un Castello di Birra (segue)
22/05/2018
Grande entusiasmo per la festa della mamma della sezione primavera dell'asilo Merlini (segue)
22/05/2018
Al Comune di Ascoli Piceno, stipula del "Patto per l'attuazione della sicurezza urbana". (segue)
22/05/2018
Dal 15 maggio è stato attivato YouPol, la nuova App della Polizia di Stato (segue)
20/05/2018
Convegno sulla donazione, prelievi, trapianti di organi, di cellule nella Riviera delle Palme (segue)

Fuori provincia

23/05/2018
Dal 22 al 27 maggio3^ edizione di Un Castello di Birra (segue)
18/05/2018
Arrestato terzo componente della rapina alla farmacia Ciucani (segue)
08/05/2018
34° Cabaret, amoremio! vince Claudio Sciara (segue)
07/05/2018
GIUSEPPE OTTAVIANI, ‘il campione' ultracentenario testimone della longevità delle Marche (segue)
04/05/2018
Bando del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 sul sito della Regione Abruzzo (segue)
04/05/2018
Bando del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 sul sito della Regione Abruzzo (segue)
25/04/2018
La 9^ edizione del Premio Letterario Nazionale Città di Grottammare ha i suoi vincitori (segue)
20/04/2018
Le Marche a Tokyo con Ice per i 50esimi del Rosso Piceno e Verdicchio di Jesi (segue)

Le strade musicali dell'Ebraismo nel compendio cinematografico di David Krakauer

David Krakauer "The Big Picture"

Paolo De Bernardin

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji


Io e Caino