Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Soluzioni ecosostenibili nell'illuminazione: al via il primo dei sei workshop promossi da Unicam

Ascoli Piceno | La Scuola di Architettura e Design in collaborazione con l'azienda Fulgor ha attivato un progetto per fornire conoscenze normative e tecniche sullo sviluppo di prodotti a basso impatto ambientale ed energetico

"Eco-design for Lighting Innovation. Progettare la luce per la casa del futuro" è il titolo del primo dei sei workshop organizzati nell'ambito della quarta edizione del Master in Eco-design & Eco - Innovazione. Il workshop, che si svolgerà dal prossimo 7 maggio al 18 maggio presso Scuola di Architettura e Design dell'Università di Camerino a Largo Cattaneo ad Ascoli Piceno, è in partnership con la Fulgor azienda produttrice e distributrice di sistemi per l'illuminazione.

Il workshop progettuale intensivo, coordinato dalla professoressa Lucia Pietroni direttore del Master, avrà come docente guida il designer Daniel Llorca e prevede la partecipazione di Pietro Celani della Fulgor e Jacopo Mascitti, PhD student in Disegno Industriale della SAD. L'obiettivo della sperimentazione progettuale è sviluppare soluzioni innovative ed eco-sostenibili nell'illuminazione degli spazi domestici con l'utilizzo del Led. Questa tecnologia, che ha completamente sostituito la vecchia lampadina ad incandescenza, garantisce un notevole risparmio energetico, una lunga durata nel tempo ed un'elevata flessibilità progettuale.

L'artigianalità che contraddistingue Fulgor da oltre 40 anni verrà reinterpretata con nuove tecnologie per creare oggetti contemporanei per nuovi mercati e scenari d'uso. Il tema progettuale del workshop è la creazione di una famiglia di apparecchi di illuminazione (sospensione, applique, piantane, ecc.) in grado di adattarsi facilmente alle molteplici esigenze della casa del futuro. Soluzioni intelligenti che permettono di risparmiare energia modulando ed orientando la luce efficacemente, concept innovativi con materiali sostenibili in grado di riprodurre in ambito tecnico il concetto di filiera corta incentivando lo scambio di know-how tra le imprese ed i giovani designer per aumentare la competitività del territorio.Il Master, lo ricordiamo, promosso e organizzato dalla Scuola di Architettura e Design "E. Vittoria" dell'Università di Camerino e dal Consorzio Universitario Piceno, intende offrire conoscenze approfondite sulle più recenti politiche e normative ambientali, nazionali e internazionali relative all'eco-innovazione di prodotto e fornire competenze specialistiche, scientifico-culturali e tecnico-operative per la progettazione e lo sviluppo di prodotti eco-sostenibili.

Il percorso formativo è organizzato in cinque moduli e strutturato in attività didattiche e di studio individuale e di gruppo, workshop progettuali, visite in azienda (1090 ore - per un totale di 42 cfu), attività di stage, progetto di tesi e prova finale (410 ore - per un totale di 18 cfu). Il Master, che si articola in lezioni teoriche, esercitazioni e workshop progettuali intensivi, seminari con esperti, tecnici, progettisti e rappresentanti del mondo industriale, visite di studio in azienda e centri R&S, offre ai partecipanti la possibilità di acquisire conoscenze specifiche su strumenti e metodi innovativi per valutare, progettare e certificare la qualità ambientale dei prodotti industriali. Per maggiori informazioni contattare la Segreteria Master al numero 0737 404243.

05/05/2012





        
  



2+2=

Altri articoli di...

Ascoli Piceno

29/04/2016
Il ponte di Cecco ad Ascoli Piceno tra storia e leggenda (segue)
29/04/2016
Laboratorio di Radio Incredibile a Marino del Tronto (segue)
29/04/2016
Truffe agli anziani in aumento (segue)
28/04/2016
Ultimo appuntamento con il 4° Festival del Baccalà e dello Stoccafisso organizzato dalla Pro Loco (segue)
27/04/2016
Perez e Carpani sono chiari sul' obiettivo: salvezza immediata (segue)
24/04/2016
Uccio De Santis il 30 aprile arriva al Palariviera (segue)
23/04/2016
L'Ascoli trova tre punti preziosi per la salvezza. Superata la Ternana per 3-1. (segue)
23/04/2016
Daspo per due tifosi baresi (segue)

Cultura e Spettacolo

29/04/2016
Il ponte di Cecco ad Ascoli Piceno tra storia e leggenda (segue)
29/04/2016
Sabato 30 Aprile, la Seconda Edizione di #Pulisciecorri (segue)
29/04/2016
"Aspettando la Mille Miglia", il 1 Maggio, in Piazza Giorgini (segue)
28/04/2016
Ultimo appuntamento con il 4° Festival del Baccalà e dello Stoccafisso organizzato dalla Pro Loco (segue)
28/04/2016
Davide Rondoni a San Benedetto all'Hotel progresso Sabato ore 18 (segue)
26/04/2016
“Val Vibrata College Corropoli” - Liceo Scientifico “G.D’Annunzio” (segue)
26/04/2016
“Italian Internet Day” a Grottammare (segue)
26/04/2016
Flavio Santi a Grottammare (segue)

Castelbellino night jazz

Una serata con il grande jazz

Andrea Carnevali

IL VALORE DELLA FIABA POPOLARE

I bambini son più convinti degli adulti dell'importanza delle fiabe popolari. Essere adulti,infatti,significa spesso,essere adulterati da spiegazioni razionali e sottovalutare gli aspetti infantili che si ritrovano nelle fiabe.

Antonio De Signoribus