Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Dirigenti Federalberghi-Confcommercio Marche a Castignano

Castignano | Entusiasmo pe ril Polo museale ma c'è preoccupazione per il futuro del turismo

Luciano Pompili

Il rinomato ristorante “Teta” di Castignano ha ospitato le riunioni di Giunta e di Consiglio regionali della Federalberghi –Confcommercio Marche. Questa  scelta logistica non è caduta a caso sul noto comune del  Piceno, poiché si è voluto dare modo ai colleghi albergatori marchigiani, di conoscere questo caratteristico angolo del nostro territorio.Prima degli incontri ufficiali la delegazione dei dirigenti Federalberghi Marche, guidata dal presidente regionale Luciano Pompili, ha infatti apprezzato, in un giro turistico del paese le bellezze del caratteristico centro storico medioevale, con  il presidente provinciale degli albergatori di Ascoli Piceno, Ferdinando Ciabattoni nelle vesti di ospite ma soprattutto di esperto cicerone.

Tutti i partecipanti si sono poi trovati di fronte ad una sorpresa davvero inaspettata, rappresentata dal Polo Museale della stessa cittadina di Castignano e sono rimasti quindi particolarmente incantati dalle Icone ed opere di arte sacra esposte, per il loro spessore che, nel genere, sono per importanza il secondo esempio in Italia. Il “padre” della collezione di circa 80 icone russe è il parroco della chiesa di S. Pietro, don Vincenzo il quale oltre ad illustrare le composizioni artistiche ha narrato ai visitatori le tante peripezie personali che ha dovuto superare per rendere possibile una così pregevole raccolta.

Per quanto poi più in particolare riferito alla riunione sindacale, oltre a riesaminare il progetto Bluemobilitami, compartecipato dalla Confcommercio ed illustrato dal presidente di Pluservice.net, Giorgio Fanesi, i dirigenti hanno ragionato sulle difficoltà del comparto turistico, le previsioni allarmanti della stagione 2012, legate anche alla tassa di soggiorno, i cambi al vertice del turismo regionale, di assessore e  dirigente, i “nuovi turismi” e nuovi approcci di promozione e commercializzazione; le ormai storiche difficoltà della macchina turistica regionale a funzionare in maniera efficiente e puntuale tanto che a conclusione della riunione si  è  deciso di chiedere un incontro costruttivo con il neo dirigente regionale del settore turismo, Pietro Talarico.

05/05/2012





        
  



4+2=

Altri articoli di...

Ascoli Piceno

27/07/2016
Arrestato ascolano per detenzione - ai fini di spaccio - di stupefacenti. (segue)
27/07/2016
Il cabarettista Maurizio Santilli all'Americo (segue)
26/07/2016
Area di Crisi Complessa: il 27 Luglio ad Ascoli si ragiona sulle Opportunità per le Imprese (segue)
26/07/2016
Finalmente recuperati graffiti e affreschi del Palazzo Ferri-Cataldi ad Ascoli (segue)
24/07/2016
3 Arresti dei Carabinieri nell’Ascolano (segue)
23/07/2016
Il Battistero di Ascoli Piceno tra arte, storia e simbologia (segue)
23/07/2016
Arresto di tre marocchini per rissa aggravata e detenzione di arma da taglio (segue)
23/07/2016
Accurati servizi anti-prostituzione della Polizia nelle province di Ascoli e Fermo (segue)

Cronaca e Attualità

27/07/2016
Un’ordinanza per affrontare l’emergenza rifiuti al Porto (segue)
27/07/2016
Arrestato ascolano per detenzione - ai fini di spaccio - di stupefacenti. (segue)
27/07/2016
Il cabarettista Maurizio Santilli all'Americo (segue)
27/07/2016
«Il Direttore di Area Vasta “ideale” … » (segue)
26/07/2016
Concorso MODAVI contro la violenza sulle donne, la studentessa Marta Verdecchia tra le vincitrici (segue)
26/07/2016
In campo scuola con la Protezione Civile (segue)
25/07/2016
Nasce "Occhio al Centro", per far tornare a battere il cuore della Città (segue)
25/07/2016
Convocato il Consiglio Comunale per sabato 30 luglio (segue)

Castelbellino night jazz

Una serata con il grande jazz

Andrea Carnevali

IL VALORE DELLA FIABA POPOLARE

I bambini son più convinti degli adulti dell'importanza delle fiabe popolari. Essere adulti,infatti,significa spesso,essere adulterati da spiegazioni razionali e sottovalutare gli aspetti infantili che si ritrovano nelle fiabe.

Antonio De Signoribus


Io e Caino