Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Scorci del Fermano, la mostra degli studenti ungheresi

Falerone | Inaugurata ieri l'esposizione dei lavori realizzati in questi giorni dai ragazzi dell'Università di Budapest.

di Francesca Pasquali

Cammini per le vie del centro e ne trovi qualcuno che, seduto a terra con un foglio sulle ginocchia, fissa il campanile e fa il segno della ‘L’ con il pollice e l’indice per prendere le misure. Qualche metro più avanti ne vedi altri che, sempre per terra, ritraggono con gli acquerelli scorci e vicoli. Sono tornati a Falerone, per il quinto anno consecutivo, alcuni studenti della facoltà di Architettura dell’Università di Budapest. ‘Gli Ungheresi’, come li chiamano in paese, perché ricordare i loro nomi non è semplice, sono arrivati una decina di giorni fa e, ora che hanno realizzato un consistente numero di dipinti, li hanno raccolti in una mostra inaugurata ieri e visitabile fino al 26 luglio nell’ex sala comunale.

Un’amicizia iniziata per caso quella che lega il paese e i ragazzi che a metà luglio riempiono di colore le vie del centro. Da quando, quattro anni fa, un loro professore decise di comprare una casetta a Falerone e di portare per qualche giorno alcuni suoi allievi a conoscere il paesaggio fermano. “Un’esperienza – dice oggi il prof. Vali Istvan Frigyes, che qua tutti chiamano Stefano – che permette agli studenti di conoscere l’architettura del territorio, ma anche e soprattutto cultura e tradizioni”.

In questi giorni, fogli, pennelli e colori in mano, i ragazzi hanno visitato diversi paesi della zona e sono stati ricevuti in Provincia dal presidente Fabrizio Cesetti. Da quest’anno, la trasferta faleronese, sarà per gli studenti ancora più significativa: i lavori realizzati durante questo periodo, verranno infatti valutati per il loro percorso di studi.

L’esperienza di questi giorni, pronta a ripetersi nei prossimi anni, potrebbe arricchirsi di un’interessante novità. C’è infatti il progetto di estendere il soggiorno degli studenti a tutti i quaranta comuni della provincia e di allestire a Fermo una mostra dei lavori realizzati.

25/07/2010





        
  



5+4=

Altri articoli di...

Cultura e Spettacolo

28/04/2011
“BRUNO LAUZI – Questo piccolo grande uomo" (segue)
24/04/2011
“Bruno Lauzi – Questo piccolo grande uomo” (segue)
15/04/2011
Un cinema non solo da “vedere”: al via la rassegna “La posta in gioco” (segue)
04/04/2011
Stagione teatrale: “FABIO RICCI…CANTA ZERO” (segue)
28/03/2011
“La mia provincia": un premio alle classi vincitrici del concorso di disegno (segue)
25/03/2011
Ultimo appuntamento con i Teatri D’Inverno (segue)
25/03/2011
PATTY PRAVO TOUR 2011 (segue)
23/03/2011
150 Anni dell'unità d'Italia (segue)

Le strade musicali dell'Ebraismo nel compendio cinematografico di David Krakauer

David Krakauer "The Big Picture"

Paolo De Bernardin

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji


Io e Caino