Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Al Festival Internazionale debutta lo spettacolo "Ladies First"

Civitanova Marche | La performance della compagnia tedesca "Matanicola" si terrà domani presso il teatro Annibal Caro

Nell'ambito del festival internazionale Civitanova Danza, ritorna l'appuntamento con Civitanova Casa della Danza. Ad esibirsi giovedì 5 luglio al Teatro Annibal Caro di Civitanova Marche sarà la comapagnia tedesca Matanicola con un progetto al suo debutto in anteprima assoluta, Ladies First.
Il lavoro vede la luce al termine di una residenza presso le strutture della città alta (Foresteria Imperatrice Eugenia e Teatro Annibal Caro) e gode della coproduzione di Civitanova Danza e Amat, affiancata al sostegno di prestigiose realtà europee come Sasha Waltz & Guests, l'olandese Grand Theatre di Groningen e il maggiore festival di danza tedesco, Tanz im August.

Ladies first è la versione contemporanea di un cabaret, con sei attori maschi equamente divisi tra Italia e Israele, che trae ispirazione dall'atmosfera ambigua, liberale e utopica della Berlino degli anni '20 e '30, prima della distruzione operata dal regime nazista. Fritz Lang incontra Marilyn Manson, Marlene Dietrich incontra Dita von Tesse. Luci offuscate, musica, sesso e travestiti - anarchia sociale e culturale erano nell'aria; i rigidi ruoli del genere sessuale andavano disgregandosi. I coreografi giocano con il concetto di androginia e di cambio di genere, con l'ambiguità dei corpi e della sessualità, interessandosi alle influenze che questa sottocultura del passato ha avuto sulla cultura pop del presente.
Ladies first non è solo una mera riproduzione di un vecchio cabaret, realistica e storicamente corretta - lo spettacolo fonde l'estetica e le immagini dei dorati anni '20 con l'industria d'intrattenimento contemporanea in una versione contemporanea, che preserva l'essenza del passato.


La compagnia Matanicola - come testimonia lo stesso nome, nato dalla fusione di quelli dei suoi artefici - nasce a Berlino dall'incontro tra l'italiano Nicola Mascia e l'israeliano Matan Zamir. Il sodalizio è maturato nell'ambito della comune esperienza come creating performer (non semplici esecutori, ma collaboratori attivi alla creazione) con Sasha Waltz, nuova e incontrastata regina del teatro danza europeo. I due, insieme con l'artista giapponese Hanayo, sono anche i membri fondatori del collettivo d'artisti ponpons. Miracoli della globalizzazione, o meglio il frutto di quell'incontro tra culture che è la peculiarità della ricerca coreografica contemporanea. Con loro in scena Alessandro Bedosti, Andrea Fagarazzi, Ron Amit e Arcadi Zaides.

Nicola Mascia è nato a Torino nel 1975 ed ha iniziato a ballare all'età di cinque anni, prima studiando danza classica con Loredana Furno, poi continuando con il jazz e la danza contemporanea a Torino e a Roma. Mentre viveva in Italia ha lavorato con i coreografi Claudia Bruni, Massimo Leanti e la compagnia Amadossalto. Nel 1995 ha passato l'estate a Los Angeles dove si allenava al Joe Tremaine Dance Center. Nel 1996 si è trasferito a Berlino per lavorare con la compagnia Sasha Waltz & Guests e per i successivi otto anni è stato impegnato nella creazione di molti lavori. Durante questo periodo ha anche lavorato come coreografo e ballerino con molti altri artisti, come Emio Greco/PC, Junko Wada, Hanayo, AlexandLiane, Takako Suzuki, Yuko Kaseki, Christina Paulhofer e Sharon Paz.


Matan Zamir è nato a Israele nel 1977 ed è cresciuto nel Kibbutz Rosh-Hanikra. Ha iniziato a ballare nel 1985, studiando prima alla Kibbutz Contemporary Dance School (dove si è diplomato nel 1996), e più tardi alla Bat Dor Dance School. Nel ‘96 si è trasferito a Tel Aviv ed è entrato nella Batsheva Dance Company, dove ha lavorato con diversi coreografi come Noa Dar, Lara Barsaq, Linda Gaudreau, Frederic Lascour e ha lavorato come performer in alcuni lavori di Angelin Preljocaj e Jiri Kilian. Ha anche lavorato con i registi Omri Nitzan (New Israeli Opera), Itzik Weigerten (Habima) e Avshalom Polak e i coreografi Yasmeen Godder, Inbal Pinto, Amit Goldenberg/Yaara Dolev e Rami Be'er. Si è trasferito a Berlino nel 2002 e di lì in poi ha lavorato con vari coreografi e artisti, tra gli altri Sasha Waltz, Benoit Lachambre, Junko Wada, Hanayo, AlexandLiane e Sharon Paz.

Le scene di Ladies first sono di Pablo Alonso, i costumi di Yonatan Zohar, le musiche di Matan Zamir e le luci di Andreas Harder.

Informazioni e biglietti (da 15,00 euro a 8,00 euro): Teatro Rossini (orario: 18.30 - 21) tel. 0733 812936, Teatro Annibal Caro 0733 892101, www.civitanovadanza.it. Inizio spettacolo ore 21.30.

04/07/2007





        
  



3+5=

Altri articoli di...

Macerata e provincia

01/10/2018
Show cooking della salute alla Teng arredamenti per i 50+1 anni di attività (segue)
06/09/2018
Sabato 8 settembre Alba Adriatica diventerà la capitale della bellezza maschile (segue)
05/09/2018
Concluso il XVIII Trofeo Massimo De Nardis Challenge internazionale a squadre di drifting d'altura (segue)
11/08/2018
Un anno di vita e due importanti eventi in programma per “Simbolica” di Civitanova Marche (segue)
20/07/2018
Giorgini-Maggi M5S sulla nomina del direttore di Area Vasta (segue)
23/06/2018
Presentata la ricerca sui 66 caduti della 1° G.M (segue)
18/06/2018
Happy Car Samb beach soccer supera anche Nettuno (segue)
23/05/2018
Dal 22 al 27 maggio3^ edizione di Un Castello di Birra (segue)

Le strade musicali dell'Ebraismo nel compendio cinematografico di David Krakauer

David Krakauer "The Big Picture"

Paolo De Bernardin

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji


Io e Caino