Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Il punto sul girone H di seconda categoria

Ascoli Piceno | Atletico Piceno ed Appignanese capitalizzano al massimo la nona giornata di ritorno.

di Pino Capasso

Nel girone H di seconda categoria, la capolista Atletico Piceno ed Appignanese capitalizzano al massimo la nona giornata di ritorno. La notizia del giorno era quanto mai attesa dai tifosi della capolista. Avesse pareggiato l'Appignanese, i ragazzi di Cesari, avrebbero festeggiato il passaggio in prima categoria con ben sei giornate d'anticipo. Così non è stato, perché la compagine di Corsi, vincendo con l'Arquata, ha mantenuto le distanze che la separano dalla capolista Atletico che a sua volta ha vinto a Monteprandone contro il Real Centobuchi. Se ne riparlerà al prossimo turno. Intanto, senza ricorrere a calcoli ipotetici, all'Atletico Piceno basterà vincere per essere matematicamente promosso in prima categoria. Se la prima e seconda della classe marciano a pieno ritmo, anche il Venarotta avanza a lunghe falcate.

Dopo il colpaccio contro la capolista, alla quale ha inflitto il primo stop stagionale, la compagine di Tosti Guerra si ripete, questa volta, fra le mura amiche, vincendo con la Pro Calcio. Peccato, non aver capitalizzato al meglio il recupero infrasettimanale avendo pareggiato con il Real Solestà. Ipotecati il secondo e terzo posto che portano ai play off, ne rimangono altri due. Tre le formazioni che si daranno battaglia in questo scorcio di stagione: Monteprandonese, Villa Sant'Antonio e Pagliare, rigorosamente in ordine di classifica. Perde terreno la Monteprandonese che pareggia e si assesta al quarto posto, mentre il Villa Sant'Antonio vince e si colloca in quinta posizione. Il Pagliare, invece, pareggia e si accomoda in sesta fila.

Questa la griglia delle pretendenti, a meno di sei giornate dalla fine della regular season. Quattro, invece, le formazioni che accederanno ai play off per giocarsi il passaggio alla categoria superiore. Capitolo a parte per quanto concerne la zona retrocessione. Se si escludono Real Solestà e Borgo Solestà praticamente salve, le rimanenti squadre sono tutte invischiate nella lotta per non retrocedere. Otto, per l'esattezza, le formazioni che si daranno battaglia fino all'ultima giornata. Come dire: se per la zona d'alta classifica i giochi sono praticamente fatti, per la parte bassa c'è ancora tutto da scrivere.

09/03/2004





        
  



3+5=

Altri articoli di...

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji